Boeing 747-8F : pronti per i test di volo

E’ ufficiale: il primo Boeing 747-800 (il jumbo del futuro) è uscito di fabbrica a Everett, nei dintorni di Seattle. Non si tratta della versione passeggeri, bensì della versione cargo (747-8f) destinata a CargoLux.

 

null

Dopo le operazioni di painting, l’aeromobile procederà spedito verso i test in volo.

Grande soddisfazione da parte del vice presidente del progetto 747, che non ha mancato di ringraziare tutti coloro che hanno permesso che il 747-8F divenisse realtà.

Con il 15% di spazio cargo in più, il 747-8F potrebbe essere l’apripista per la versione passeggeri. Boeing ha finora ricevuto 105 ordini per il progetto 747-800, di cui 78 sono per la versione F.

foto tratta da Boeing

3 risposte a “Boeing 747-8F : pronti per i test di volo

  1. Tra l’altro il 747-8 utilizzerà le tecnologie del 787 Dreamliner; secondo la Boeing ciò consentirà di ottenere una maggior efficienza nei consumi di carburante (che visto i prezzi del petrolio ciò rappresenta sicuramente un asset fondamentale).
    Per quanto riguarda invece il 747-800 Intercontinental (cioè la versione passeggeri), esso sarà in grado di ospitare 34 passeggeri in più rispetto al 747-400 e sarà l’unico modello al mondo nella categoria dai 400 ai 500 posti.
    Anche per la versione passeggeri la Boeing punta molto sulla sua economicità in termini di consumi; secondo il costruttore americano il 747-8I costerà un 22% in meno rispetto all’A380

  2. Mi fa molto piacere che il 747-8 proceda.
    Ma nutro ancora forti dubbi sul fatto che la versione pax verra´ realizzata. Dopo molti anni di commercializzazione ancora soltanto Lufthansa ha un ordine fermo, a parte qualche esemplare VIP (e ci sono state anche cancellazioni tra questi)
    L´A380 si sta rivelando affidabile e dai costi di gestione piu´ bassi del previsto. Forse erodera´ il gia´ risicato mercato del 747-8.

  3. @Ness: grazie per le precisazioni tecniche che sono sempre benvenute!

    @steman: essendo un aereo rivolto tutto sommato ad un mercato di nicchia (parliamo di rotte con volumi di traffico elevato) temo che il concetto di “chi primo arriva ben alloggia” si applichi in questo caso… e per Boeing non è una buona notizia!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...