Boeing 747 tra Parigi e Londra. Bello ma sfuggente

Per gli innamorati del Boeing 747 questa è una notizia incredibile da non perdere. Molti di loro non sempre hanno la possibilità di affrontare i lunghi viaggi nei quali vengono abitualmente impiegati questi aeromobili e pertanto quello di volare a bordo del “jumbo” resta spesso un sogno.

A sorpresa, complice il clima degli ultimi giorni e i disagi subiti dai passeggeri dei servizi Eurostar sotto la Manica, per gli appassionati si spalanca una ghiottissima opportunità: volare sul Boeing 747 su una rotta di breve durata e un costo ragionevolmente contenuto.

British Airways ha infatti deciso di impiegare alcuni di questi aeromobili sui collegamenti tra Parigi CDG e Londra Heathrow, come ampiamente segnalato da airlineroute , peccato che l’offerta sia valida solo per oggi e per domani!

Si tratta di una delle rare possibilità di salire a bordo del mitico jumbo per una rotta intraeuropea.

6 risposte a “Boeing 747 tra Parigi e Londra. Bello ma sfuggente

  1. Ma si tratta di misure speciali per venire incontro ai passeggeri dell´Eurostar, oppure voli speciali in occasione del natale?
    Insomma…un po´ come i charter sportivi e robe del genere?

  2. E’ specificamente operato per aumentare la capacità a causa dell’eurotunnel.

  3. Ok.
    A quanto pare non solo BA.
    Lufthansa impieghera´ un 744 tra FRA e LHR domani su una delle rotazioni.
    Oggi e´ previsto un A340-600 sempre tra FRA e LHR

  4. Uau!! Allora nel lontano 1992 (o ’91.. o’93, non ricordo bene) ho avuto fortuna. In un ponte di Ognissanti, ai primi di novembre, ho volato su un Jumbo 747 da Nizza a Parigi e ritorno! C’era veramente un pienone incredibile, evidentemente non sarebbero riusciti a smaltire tutte le prenotazioni e il traffico.
    Poi.. vabbè, ci sono risalita per un Milano-Miami (e ritorno) nel ’94, ma questo è normale, ed è un’altra storia… E poi, purtroppo, mai più…

  5. Be’ diciamo che negli anni che furono (soprattutto prima metà degli anni ’90) era abbastanza comune incontrare anche su rotte continentali aeromobili per il lungo raggio. I voli di lunga distanza venivano infatti operati con vari scali, e i biglietti erano venduti anche per i singoli segmenti dell’intero volo rendendo quindi possibile volare su grossi aeromobili anche per brevi tratte.
    Ad oggi sono pochissime le possibilità.

  6. Effettivamente, volare su quel bestione mi aveva fatto una certa impressione…
    Era, tra l’altro, il mio primo volo, e ricordo benissimo lo strano effetto. Praticamente sono salita a Nizza, ho chiuso gli occhi tre volte ed ero a Parigi. Giuro che non mi sembrava vero. Non uno scossone, non una vibrazione: nulla.
    Tutti i voli seguenti, invece, sono stata un’altra cosa…
    Bellissimo il tuo blog, complimenti! Ora che l’ho scoperto ci “sfruculierò” spesso :-))
    Io adoro viaggiare e volare, e trovare qualcuno con cui condividere una passione è sempre entusiasmante.
    Ciao!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...