Il continuo impegno di Air France nell’offrire un prodotto superato!

Non se la prenderà di certo Air France se – per una volta – oltre a riportare le news, un blog si prende la briga di far le pulci alla notizia e criticare in modo caustico alcune delle scelte strategiche della compagnia.

E’ di qualche giorno il comunicato stampa in cui la compagnia aerea transalpina trionfalmente annuncia un piano di investimenti e rilancio della business class di lungo raggio sui propri aerei. L’eco della notizia è rimbalzata  in tutti gli angoli del pianeta suscitando reazioni non sempre unanimi. La vera notizia è che però si tratta di un prodotto nato vecchio, e che Air France persevera con malcelata caparbietà nell’inseguire ed offrire un prodotto inferiore allo standard del momento!

Nella press release ufficiale, Air France non si risparmia nel sottolineare le novità: dagli studi ergonomici e dai suggerimenti degli esperti, abbinati ai feedback dei passeggeri la compagnia ha infatti lanciato l’introduzione di una nuova poltrona che verrà installata su buona parte della flotta di lungo raggio (A330, Boeing 777 e Airbus A38o).

null

Viene confermata la tipologia a shell della poltrona, con sostanzialmente la parte posteriore della poltrona fissa, mentre si richiama l’attenzione sulla novità, ossia un lie-flat bed di quasi 2 metri, con nuove ed ergonomiche posizioni in cui rilassarsi, distendere le gambe anche nelle fasi di rullaggio decollo e atterraggio.

null

Basta tuttavia uno sguardo alle immagini e una lettura attenta del comunicato stampa completo per rendersi conto che c’è qualcosa che non torna; le parole recitano testualmente:

In just a few seconds, the seat can be adjusted into a near-horizontal bed, over 2 metres in length, making it one of the longest beds on the market, and 61 cm wide

Dunque non stiamo parlando di un letto perfettamente orizzontale, bensì di una poltrona QUASI orizzontale! Le poltrone “quasi” orizzontali – come le chiama Air France – sono ormai molto note nel settore, perchè da ormai 10 anni arredano gli interni di parecchi velivoli di lungo raggio (Singapore Airlines, ad esempio li utilizza dal 2001), e sebbene ancora largamente diffusi non rappresentano più lo standard di riferimento per i viaggi di business class. Da anni ormai, senza arrivare agli eccessi dell’ultimo prodotto della sopra citata Singapore Airlines, molte compagnie sono passate al fully lie-flat bed, ossia a poltrone che si estendono trasformandosi per davvero in un letto perfettamente orizzontale: da British Airways a Virgin Atlantic, passando per Jet Airways, Air New Zealand finendo addirittura con le americane Continental e United (per citarne alcune). E se a farlo sono anche queste ultime, non serve alcuna altra prova circa il fatto che lo standard del mercato sia questo!

D’altro canto in questi anni, la maggiorparte dei passeggeri ha rilevato come il grosso problema dei sedili “quasi” orizzontali” sia questa fastidiosa angolazione verso terra, che non permette un riposo totalmente soddisfacente e che lascia il passeggero con la sgradevole sensazione (e talvolta è più di una sensazione) di scivolare verso terra!

Sia ben chiaro che le poltrone “quasi” orizzontali non sono una rarità, giacchè sono presenti nelle flotte di mezzo mondo, e nessuno qui vuole dire che siano da buttare da qui a un mese. Il ragionamento è di tutt’altro tipo: se una compagnia di grosse dimensioni deve investire per offrire un nuovo prodotto ai passeggeri premium che utilizzano il vettore, si suppone che questa investirà in un prodotto all’avanguardia, o se non altro in linea con il mercato attuale, cercando di fare un salto di qualità evidente rispetto all’esistente. In che modo questo concetto si applica ad Air France? apparentemente non si applica, poichè Air France offre già oggi una poltrona estendibile a letto inclinata verso il pavimento… il nuovo prodotto probabilmente sarà più spazioso e meno inclinato ma de facto resta sempre e comunque un lie-flat bed NON orizzontale, mentre tutti i maggiori competitor vanno installando prodotti tecnologicamente più avanzati o in grado di offrire una comodità assolutamente superiore!

Ma a stupire ancora di più è la tempistica con cui Air France si appresta a compiere questa operazione: 20 aerei entro l’estate 2011 e circa 40 entro il 2013. Ossia 3 anni a partire da oggi. Cosa significhi questo, pare evidente: tra 3 anni Air France offrirà un prodotto che già OGGI è ampiamente superato! 40 aerei in 3 anni per nessun beneficio consistente ed un prodotto che sarà probabilmente fuori mercato; se è vero che oggi molte compagnie offrono poltrone simili, è altrettanto lapalissiano che nei prossimi 3 anni molte di quei vettori avvieranno programmi di rinnovamento del prodotto introducendo poltrone estendibili a letto perfettamente orizzontale!

Innegabile dunque l’impegno continuo che Air France sta sviluppando nell’offrire un prodotto superato e ampiamente inferiore alla media: se già qualcuno aveva sottolineato il vergognoso prodotto di business class per il corto raggio, non mancano certo i critici verso gli amenity kit (al cui confronto, quelli anche delle più scarse compagnie sono migliori), il catering (da che mondo è mondo, la Francia vanta una tradizione culinaria che tuttavia non sembra essere esportabile su di un aereo frances) o il servizio quasi sempre fatto in modo raffazzonato, sbrigativo o disattento. Da oggi c’è sicuramente un nuovo motivo per cui plaudere (o criticare) Air France nel suo continuo sforzo….

foto da : http://www.airfrance.com

2 risposte a “Il continuo impegno di Air France nell’offrire un prodotto superato!

  1. Da qualche parte ho letto che il quasi orizzontale viene almeno parzialmente compensato dal fatto che molti aeromobili in crociera hanno un´assetto leggermente a cabrare, riducendo l´angolazione reale della poltrona.
    Se e´ vero, mi chiedo se e´ piu´ scomodo viaggiare su un letto quasi orizzontale in cui si rischia di scivolare un po´ in giu´ o su uno completamente orizzontale in cui pero´, a causa dell´assetto di crociera, si ha la testa piu´ in basso dei piedi.

  2. Pingback: Qualche considerazione a proposito della nuova Business class Lufthansa | FlyerZ Blog

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...