Alitalia : Milano Linate – Parigi Orly / Economy

Nuovo giro, nuova esperienza con Alitalia, stavolta su una rotta tipicamente point-to-point quale può essere il collegamento tra Milano Linate e l’aeroporto Orly di Parigi. Check-in superefficiente ai banchi di business class dove una signorina educatamente affettata mi fornisce la carta ‘dimbarco. Decisamente più problematico invece il superamento dei controlli di sicurezza: l’orario di punta, misto alla consueta mediocre voglia di lavorare del personale rende ogni cosa più lunga. Poche sono le sorprese che riserva la Lounge Manzoni, sala d’attesa Alitalia ubicata al piano superiore.

Benchè il riammodernamento l’abbia resta più gradevole alla vista (ne avevo già parlato in un altro post), restano gravi alcune lacune; se è stato finalmente dato l’accesso alla rete grazie al wi-fi gratuito (nb: la procedura è semplice ed immediata e offre fino a 24 ore di connessione), gli spazi fisici della sala rimangono modesti, così come l’offerta in termini di servizi, soprattutto sul piano del cibo, limitato a poche noccioline e – a volte – ad alcune focaccine. Viene da chiedersi perché la lounge Alitalia sia una delle poche in Europa ad avere ancora il bar-tender che ti serve da bere, quando si potrebbe risparmiare mettendo un bancone self-service. L’imbarco è un’altra odissea, ma – è giusto dirlo – questa volta Alitalia non c’entra davvero per nulla! Una signora francese sbraita modello aquila delle ande perché il lettore ottico non accetta la carta d’imbarco e a poco valgono gli sforzi del personale al gate. Per interi minuti, la fila di passeggeri pronta all’imbarco resta immobile, senza alcuna parvenza di risultato concreto. Quando finalmente raggiungo l’aeromobile (EI-DTN), 2 assistenti di volo (un maschio e una femmina – lei già incontrata su un altro volo!) porgono in modo cordiale e caloroso il benvenuto. Attraverso la cabina, configurata con 4 file di business class, e raggiungo il mio posto, come di consueto al finestrino. L’aereo è oltre ogni evidenza di recente fabbricazione. I sedili in pelle grigia sono confortevoli e tutti dotati di PTV anche se mai attivati. Il load factor all’apparenza è più che accettabile: 4 passeggeri in business e almeno l’80% pieno in Economu class. Il tizio affianco a me, un ragazzo sulla 40ina scarsa ha decisamente una sudorazione acida…. Cercasi disperatamente deodorante spray! Il comandante – romano de Roma come pochi si presenta con la classica parlata romanesca e comunica che siamo in lieve ritardo ma conta di recuperare presto il tempo perduto. Dopo un rapido rullaggio, siamo finalmente pronti al decollo sulla pista 36. Salita in quota in mezzo alle nubi per poi sorvolare le Alpi, per quanto nascoste alla ns. vista. Gli assistenti di volo passano intanto servendo il rinfresco: come sempre bevanda fredda e/o calda e biscotti dolci o salati. Chiedo di avere un bicchiere di coca, uno di acqua frizzante e lo snack salato: la hostess correttamente mi informa che hanno solo la Pepsi (braccini corti!!!!) e mi serve quel che desidero. Lo snack salato – ossia dei taralli ai pomodori secchi – non è niente di speciale, ma pur sempre un piacevole spuntino visto l’orario (20.30). Poco altro da raccontare a proposito del volo, se non l’atterraggio a regola d’arte in orario con la “sorpresa” finale di un parcheggio presso una piazzola remota, con una lunga attesa prima che arrivino la scala e il bus per portarci verso l’aerostazione. Nel complesso buono il servizio di alitalia, sebbene affossato da contrattempi e problematiche che comunque non dipendono dalla stessa.

4 risposte a “Alitalia : Milano Linate – Parigi Orly / Economy

  1. bel TR. Non capisco però questo riferimento all’accento del capitano. Anche i milanesi parlano con l’accento milanese (per intenderci con tutti gli accenti “sfanculati” a mò di rana dalla bocca larga, aprendo le vocali quando in italiano sono chiuse e chiudendole invece quando la fonetica le vorrebbe aperte). (vedi bène – béne / perchè – perché, etc etc etc). Ma questo è il bello della diversità della lingua italiana.
    Negli States ad esempio, dove ho vissuto per qualche anno, non hanno nulla da dire dell’inglese parlato (spesso pieno di errori) dai milioni di immigrati che lì vivono e qui in Italia invece ancora ci stupiamo per l’accento parlato da altri corregionali….che provincialismo.

  2. ciao, prima di tutto grazie per la visita e per il commento.
    Quanto alla questione della cadenza, io nel raccontarlo non intendevo dare alcun giudizio di merito, ma ne prendevo soltanto nota – cosa che peraltro è il sale di un TR.
    Benchè io sia milanese, non ho nulla contro i comandanti di Alitalia che parlano romanesco (purchè lo facciano in modo educato e confacente, così come lo deve fare un capitano “bauscia” milanese!). In un trip report è giusto raccontare dettagli e aneddotica… perchè non dire che il comandante aveva un forte accento romanesco? E’ un reato? no. E’ un punto di sfavore? nemmeno.🙂
    Io personalemnte non ho fatto alcun commento stupito, esterrefatto o sorpreso: non vedo alcun provincialismo in tutto ciò, o sbaglio??😉
    Ad ogni modo grazie per il commento.
    A presto
    Worldflyer.

  3. Scusa,
    non intendevo essere offensiva.
    Immagino che la signora francese di cui sopra fosse anche lei “francesce di Francia come pochi e sbraitasse con la classica parlata francese”… ; )

    Complmenti ancora per il tr

    • MAH…. veramente era più schizzonosa da buona transalpina….
      Se vuoi la prossima volta farò un trip report senza alcuna annotazione, del tipo:

      sono andato in aeroporto, ho fatto il check-in, sono salito a bordo, affianco a me c’era altra gente. Ho mangiato bevuto e guardato dal finestrino! All’arrivo sono sceso dall’aereo e me ne sono andato in hotel….

      Non so perchè ma credo che al secondo trip report mi sentirei ripetitivo😉

      un bacio
      Worldflyer

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...