British Airways : Londra Heathrow – Cairo // Business class

Tested on BA 0155 – LONDON HEATHROW – CAIRO  06-07-2012

CHECK-IN
Il manage my booking di British Airways si conferma un potentissimo strumento per il check-in online. Informazioni chiari e ben organizzate. In poco più di 180 secondi si può ottenere la propria carta di imbarco, cartacea o virtuale.

CONTROLLI DI SICUREZZA
Nonostante l’orario di punta, Heathrow sa riservare piacevoli sorprese: fast track totalmente vuoto, come del resto molte delle corsie “normali”. Il personale è gentile e attento, si nota la differenza con il personale degli aeroporti italiani. Ma è così difficile preparare questi individui nel nostro paese affinchè non sfigurino al confronto degli omologhi europei?!

LOUNGE
La lounge per chi è gold e vola in Club World è la Lounge Galleries First, situata nella zona sud del Satellite A. Poiché il volo per il Cairo parte dal Satellite B, British Airways suggerisce l’utilizzo della lounge in quel satellite, anche se non c’è la sezione First. La lounge galleries First – al di là dei cavalli con le lampade in testa (ma dove le prendono certe idee) e di alcune zone il cui arredo potrebbe essere migliorato – è una lounge solidamente costruita e ben attrezzata: il wi-fi è rapido e veloce in tutte le aree e la lounge è divisa in sezioni per tutti i gusti: dalla terrazza “all’aperto” (in realtà è un soppalco sul salone passeggeri), alla zona refettorio per finire con la zona massaggi e la zona relax. La scelta di cibi e bevande è decisamente di buon livello e assai vasta: a parte il banco salutista dove c’è frutta, yogurt cereali e tutto quanto per gli amanti del mangiar sano, c’è un banchetto dedicato ai sandwich, ai panini, al formaggio e agli stuzzichini, vari banconi frigo e la station food per le pietanze tradizionali, dove oggi compaiono tranci luculliani di salmone, fish&chips, insalate varie, selezioni di carni, curry e altri cibi ancora. Il personale c’è ed è presente ma potrebbe essere ancora più cordiale e professionale.

GATE
Dopo la traversata sotterranea con il trenino per raggiungere il satellite B, al gate BA non si smentisce: in modo piuttosto accademico le persone vengono smistate in varie colonne; la corsia del fast track è vuota e rapidamente allungo la carta d’imbarco alla hostess che la passa nel lettore e mi indica la strada.

IMBARCO
Imbarco effettuato tutto dalla porta 2L, con il CSD e una hostess a porgere il benvenuto e controllare le boarding pass. Un sorriso e una battuta di circostanza sono il massimo che si concedono.

PUNTUALITA’
Partenza dal gate con circa 5 minuti di ritardo sotto la più classica delle piogge londinesi.

AEROMOBILE
Dopo giorni in cui ho disperatamente tentato di upgradarmi in First con le miglia, mi accorgo che i continui dinieghi sono stati un toccasana: il Boeing 777-200 in servizio oggi è uno dei pochi ancora non retro fittati con la nuova First e – per di più – senza Audio Video on Demand per l’IFE. Come al solito la configurazione è quella a 4 classi tradizionale, con First, Club World, WT+ e World Traveller. In Club World il layout è quello ying – yang consueto di British Airways.

LOAD FACTOR
Volo strazeppo in Economy e Eco Plus con upgrade alla business class, anch’essa piena. “Solo” al 60% la First Class.(compagnie come Alitalia pagherebbero oro per avere fattori di riempimento simili.

POSTO A SEDERE
Per ogni fila i posti a disposizione sono 8, rivolti alternativamente verso la cabina o la coda dell’aeromobile. Per chi desidera il finestrino, i posti sono tutti orientati verso il fondo dell’aereo. Da evitare assolutamente il 12A, il 12K, il 15A e il 15K perché non hanno un proprio finestrino. Il sedile è estremamente comodo e sebbene non spazioso è eccellente sia per lavorare che per dormire. Privacy garantita dallo schermo divisorio automatizzato. Il tavolinetto non è di dimensioni eccelse e non è nemmeno stabile, andrebbe migliorato, anche se la finitura satinata lo rende molto gradevole di aspetto. Le regolazioni per il sedile sono semplici ed intuitive. Con 3 pulsanti si può ottenere quel che si vuole. Il monitor per l’IFE è di buone dimensioni e perfettamente orientabile in base alla posizione della poltrona: in compenso il telecomando è a dir poco antidiluviano. Non ci siamo proprio.

AMENITIES
Le cuffie in dotazione sono sigillate e di qualità medio buona. Si potrebbe fare di più ma non ci si può lamentare, tutto sommato. Comodissimi invece il cuscino e la trapuntina in doppia colorazione panna – turchese che conferiscono loro un aspetto raffinato oltre che gradevole. Amenity Kit finalmente distribuito “di serie” dagli A/V a tutti i passeggeri: l’involucro in tela di qualità mediocre non merita grande attenzione, che va invece concentrata sul contenuto: all’interno trovano posto dentifricio, spazzolino, collutorio, calzine, mascherina e pettine; oltre a ciò, vi sono balsamo per le labbra, anti-occhiaie, crema viso e salvietta idratante, tutti marchiati Elemis. Più che soddisfacente. Per quanto concerne le riviste di bordo, per ogni posto è disponibile un ampio catalogo del duty free shop e la rivista di bordo Highlife.

SERVIZIO

Il servizio è completo e svolto con regolarità, dalla distribuzione dei menu’, a quella degli amenity kit. Non manca la salviettina fresca in tessuto – vista la temperatura esterna. Gli A/V sono molto presenti e metodici nell’esecuzione del servizio. Distribuzione di riviste, e servizio drink / food sono eseguiti con precisione ed attenzione.

CATERING e MAIN MEALS
Nonostante il volo LHR-CAI sia un volo tutto sommato breve non impedisce a British Airways di proporre un catering tutto sommato di qualità: dopo un doppio giro di drink servito in base alle proprie preferenze ed accompagnato da arachidi e frutta secca keniota, l’equipaggio distribuisce il menu’ di bordo, stampato su carta di buona grammatura con una copertina semplice tanto elegante di cartoncino plastificato.
Il menu’ prevede una cena completa:

ANTIPASTI
– Selezione di antipasti mediorientali con selezione di humus al chili ed al basilico, muttabal e pollo shawarma
– Insalata con biete dorate, formaggio di capra e salsa watercress
SALAD
– Insalata di stagione con vinaigrette
PIATTI PRINCIPALI
– Agnello salouna accompagnato da fagioli verdi e vermicelli di riso
– Filetto di carne Charolaise in padella con caponata, gnocchi e salsa cremosa di fagioli – Linguine con verdure e salsa di piselli
– Piatto freddo di insalata con pollo, fennel arrostito e melanzane con condimento a base di arancia
DESSERT
– Cheesecake al limone con confettura di prezzemolo e lamponi.
– Selezione di formaggi (cheddar e camembert) serviti con biscotti e uva
– Frutta Fresca
– Te’ e biscotti

Dopo aver raccolto le ordinazioni fila per fila, differentemente dalle compagnie asiatiche, gli AA/VV svolgono il servizio con i vassoietti: in prima battuta viene servito l’antipasto e l’insalata, accompagnati da bibite e selezione di pane (usare le pinze no, eh? Sempre con le mani mi raccomando). L’antipasto mediorientale pur non essendo un classico per gli europei è cmq gustoso e delicato al tempo stesso. Colorata e saporita l’insalata, abbinata a pomodori secchi, peperoni e rucola. Il main course viene invece proposto singolarmente: a sorpresa – ogni tanto ebbene sì lo faccio – opto per le linguine. La cottura della pasta rimane un problema ma – di contro – le verdure e l’intingolo a base di piselli sono semplicemente perfetti e deliziosi. Misera invece la presentazione dei formaggi (manco li avessero tirati sul piatto), veramente scarna, benché la qualità ed il gusto siano invece più che accettabili. Squisita infine la cheesecake di limone con salsa di lamponi, servita assieme al sempre ottimo te’ inglese.

DORMIRE A BORDO
Il sedile di British Airways rimane a mio giudizio uno dei migliori in circolazione. Nonostante i detrattori lamentino le dimensioni ridotte, per riposare e lavorare risulta estremamente comodo. Estesa a letto, la poltrona è estremamente solida e la distribuzione del peso è omogenea. Uno dei migliori sedili in cui io riesca a schiacciare un pisolino!

EQUIPAGGIO
Gli AA/VV non meritano oggi menzioni speciali: il servizio è svolto in maniera accettabile e puntuale ma nessuno di loro si danna l’anima per eccellere. Pur essendo globalmente discreti, quando vogliono sanno fare di più.
RICHIESTE SPECIALI
Thumbs up per British Airways, lesta ad esaudire le piccole richieste supplementari avanzate.

IFE – MONITOR
Tutto da rifare in questo caso per British Airways: l’AVOD è ormai uno standard a cui anche BA deve omologarsi. E’ pur vero che sono ormai pochissimi i velivoli in flotta a non disporne, ma sarebbe il caso di provvedere quanto prima. Troppo breve peraltro il volo per godere di un film serenamente.

ATTERRAGGIO
Atterraggio in orario al Cairo anche se 20 minuti per raggiungere la piazzola sono decisamente troppi e dover sbarcare con il pullmino non è ciò che uno si aspetta all’una del mattino.

GIUDIZIO COMPLESSIVO
Difficile giudicare British Airways su una rotta di questo tipo, breve per essere un vero lungo raggio, lunga per essere un corto raggio. Il prodotto hardware – IFE a parte – si conferma solidamente all’altezza. Bene il catering ed accettabile il servizio on board. Quest’ultimo potrebbe tuttavia essere assai migliore.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...