KLM : Amsterdam Schiphol – Kuala Lumpur Int’l // Biz Class [IT-Part 2]

Dai un’occhiata anche alla parte precedente di questo Trip report!

At a Glance

AMENITIES
Nel giro di un paio di minuti, gli AA/VV distribuiscono le cuffie ufficiali di KLM che – per dire il vero – sono senza infamia e senza lode.

KLM Business class Headset

Assieme alle cuffie viene anche consegnato l’amenity kit, questo veramente mediocre. Se l’involucro è bello a vedersi il contenuto è pressoché nullo: tolta una penna mignon e il burro cacao, non c’è praticamente nulla di interessante di cui parlare.

KLM Business class Amenity Kit

KLM Business class Amenity Kit

Di buona fattura e dimensioni il cuscino, con fodera in cotone, mentre la coperta di pile abbisogna necessariamente di una modernizzazione pesante.

I menu’ – distribuiti subito dopo il decollo – sono estremamente soddisfacenti perché completi ed interessanti.

KLM Business class Menu

Quello dei vini offre una sorta di “olimpiade del gusto” con una selezione di vini da ciascun continente del mondo; purtroppo non apprezzando il genere mi limiterò ad assaggiare il vino da dessert e rendervi partecipe del mio giudizio.

KLM Business class Wine List

KLM Business class Wine List

Quanto al menu’ dei pasti principali colpisce vedere che in copertina c’è scritta non solo la rotta, ma anche la data per cui questo menu’ è stato stampato. Viene dunque una domanda: stampigliano la data poco prima del volo, li producono a forfait anticipatamente o cambiano menu’ ogni giorno?!

KLM Business class Menu

A svelare l’arcano è d’aiuto un menu’ ritrovato in una tasca portaoggetti relativo al volo del giorno precedente effettuato dall’aeromobile (Bangkok): il menu’ è esattamente lo stesso, impaginato diversamente (quello di questo volo è scritto anche in indonesiano) ma non cambia assolutamente nulla. Quindi il menu’ è lo stesso per svariate rotte!

Un abile trucchetto con cui KLM ha saputo vendersi bene…. Ma non ci vuole l’intelligenza di Marconi a capire che un menu’ non può essere cambiato ogni due giorni!

Infine, il terzo “depliant” è forse il mio preferito, quello per farti la colazione su misura: a mo’ di questionario ti permette di scegliere se vuoi essere svegliato e che cosa desideri per colazione, a partire dal tipo di yogurt, passando per il piatto freddo e concludendo con il piatto principale. Una scelta questa che KLM offre da tempo e che – a mio giudizio – è estremamente valida e coinvolge attivamente il passeggero.

KLM Business class B’fast card

SERVIZIO
Una delle cose più positive di KLM è che all’interno dei menu’ di business class, c’è una piccola sezione dedicata a come viene svolto il servizio: è quindi estremamente facile capire come orientarsi e sapere cosa ti aspetti.

KLM Service Time-line

KLM Service Time-line

L’aperitivo di benvenuto è quello classico: a scelta si può avere champagne (marca a me sconosciuta), acqua minerale o succo d’arancia.

Welcome Drink

Dopo una fulminea distribuzione dei menu’ per la cena, è il momento dei bambini (non pochi per davvero), con la consegna dei bavagli…. Immagino già una FlyerZ lettrice che commenterà tra sé che ne avrei bisogno pure io: tra l’altro – la bavaglia bianca con la bordatura azzurra è molto estiva e di classe!).

L’aperitivo – come del resto tutto il catering – viene servito a partire dall’ultima fila. Sebbene un pochino lento, offre comunque un’ampia scelta di bevande, vini e cocktail.

Aperitif – tomato Juice + Perrier w nuts

KLM – branded glasses

I bicchieri alti a forma di iperboloide sono belli ed eleganti. Il succo di pomodoro, così come la Perrier sono serviti propriamente con ghiaccio e limone, ed in più viene fornito un ammennicolo di dubbia ideazione, il cui uno scopo è permettere di mescolare il condimento nel succo stesso. Decisamente alternativo ma utilissimo alla causa, specie visto quegli stupidi bacchettini di plastica che propongono altre compagnie.

Lo strumento dell’anno!!!

La ciotolina piena di arachidi e frutta secca che accompagna l’aperitivo è assolutamente invitante: una volta assaggiato il sapore è buono, anche se scladandole un po’  si otterrebbe qualcosa di meglio.

Warmed nuts

Il servizio rimane comunque lento: iniziare a servire la cena dopo 2 ore – dicesi 2 – dal decollo è decisamente troppo, ma mai quanto essere ancora in attesa del dolce a mezzanotte e mezza, quasi 4 ore dopo il decollo.

CATERING e MAIN MEAL
Il volo per Kuala Lumpur è perfetto per mettere alla prova KLM, perché il timing è quello giusto e la tipologia di rotta è superadatta per fare le valutazioni con il servizio di lungo raggio.

Il menu’ all’apparenza è piuttosto completo

Main service

ANTIPASTI
– Gamberi marinati, accompagnati da insalata di patate, avocado, pomodoro ciliegino e crostini.
– Il tutto servito con insalata di pomodoro, cetrioli in agrodolce, pesto a base di coriandolo ed aceto balsamico.

Main Service

PIATTI PRINCIPALI
– Filetto di pollo con intingolo di birra, servito con pure’ di patate, cipolline, cicoria, funghi e bacon
– Filetto di platessa saltato in padella con formaggio parmigiano con salsa Hollandaise, verdure miste e patate al vapore
– Brasato di vitello con riduzione di salvia, servito con patate fondant, spinaci e mozzarella, menta, piselli e tacchino affumicato.

Main Service

DESSERT
– Parfait di mango e frutti di bosco
– Tartelletta al limone
– Selezione di formaggi (Old Amsterdam e Blue Cheese)
– Frutta di stagione
– Caffè e Te’

La cena viene servita con l’uso di un vassoietto, previa distribuzione da parte di una delle A/V delle tovagliette che potrebbero (dico potrebbero perché non ci capisco nulla) essere in fiandra, di ottima fattura.

Il vassoietto nero, sempre disegnato da Marcel Wanders propone l’entrèe principale, l’insalata di pomodori e un gustosissimo quanto originale box contenente burro, aceto balsamico oltre al sale ed al pepe.

Meal Presentation

Per quanto riguarda i gamberi si possono fare solo i complimenti, lamentandosi per il numero limitato offerto. L’unica pecca dell’entreè riguarda la Vichyssoise, crema troppo forte (per i miei gusti) che poco si accompagna al sapore delicato dei gamberi, dell’insalata di patate e dell’avocado.

Entrèe – Marinated Shrimps

Detail

Fresca e saporita invece l’insalata.

Tomato Salad

Per KLM vale la critica già rivolta ad altre compagnie: il pane andrebbe servito con delle pinze e non lasciare che ogni passeggero prenda da sé a mani nude.

I complimenti sono invece da fare a tutto tondo per il piatto principale: rinunciando al brasato di vitello, ho preferito lanciarmi sul pollo, assaporando così un piatto bilanciato, ben preparato e dal gusto veramente squisito. Eccellente per qualità, quantità e presentazione!

Main Course: Chicken w mashed potatoes, bacon and mushrooms

Ancora più invitante – ma soprattutto soddisfacente per il palato – il carrello dei dessert: per non farci mancare nulla, complice l’A/V divertitissimo dall’idea che dovessi fotografare ogni cosa, mi sono fatto servire un po’ di tutto, limitandomi però a timidi assaggi di ciascuna pietanza, accompagnati da un bicchiere di vino da dessert del Sudafrica.

Dessert: Strawberries and cheese selection

Gustoso il formaggio (perché non offrire qualche garnishing / biscotto insieme anziché i cracker preconfezionati un po’ dozzinali?) e delicatissime le fragole, ma la parte del leone – e lo dice un non goloso – è tutta dei dolci, con il parfait di mango e frutti di bosco mantecato divinamente e dal sapore delizioso mentre la tartelletta al limone è semplicemente apoteottica.

Dessert: LemonTartlet

Mango & Raspberries parfait

DORMIRE A BORDO
La poltrona di KLM non può chiaramente competere con i fully flat bed, tuttavia si può riposare discretamente bene. La privacy è modesta, perché di fatto è come sdraiarsi in mezzo a una strada!

EQUIPAGGIO
Il commento sull’equipaggio è stato uno dei più difficili da partorire quest’oggi, perché le prime impressioni non sono poi state confermate e sono stato un po’ combattuto. Dopo un iniziale disinteresse da parte del crew nei confronti dei passeggeri con un atteggiamento molto passivo e distaccato, debbo riconoscere che nel corso del servizio hanno mostrato invece delle qualità positive. La senior purser (donna bella 20anni fa, ma oggi un po’ rattrappita con tanti di quei gradi sulla manica che al confronto un termometro sfigura) si è pure prodigata in un’indagine conoscitiva sulle origini del mio cognome, mentre l’A/V di turno sul mio lato della cabina non ha mancato di mostrare interesse per la mia mania delle foto. Nell’insieme ne è risultato un equipaggio preparato, con la giusta attitudine e discretamente professionale in grado di gestire correttamente le situazioni a bordo. E’ indubbio che è il modo giusto per fare davvero bene.

IFE – MONITOR
Il monitor come detto è di dimensioni più che buone.

IFE Screen

Ife Handset

La scelta dei video è discreta con una 40ina per trascorrere il tempo del volo. La tecnologia è quella on demand e il funzionamento è piuttosto semplice. Per quanto mi riguarda la scelta è caduta su “21 Jump Street”.

COLAZIONE
La colazione viene servita solo un’ora e mezza prima di atterrare a Kuala Lumpur, il che non è male perché se non altro puoi dormire a lungo. In questo caso le operazioni sono semplificate giacchè con il pre-ordine l’equipaggio ha tutto il tempo di organizzarsi anzitempo e servire la colazione in modo rapido e preciso. Ed il risultato è più che positivo

B’fast menu

Il vassoio presenta due ciotoline, una con lo yogurt e una con la granola da aggiungere, un piatto a mezzaluna con la portata principale e un piccolo recipiente con del salmone e condimenti vari. A scelta – poi – dal paniere si può prendere del pane o dei prodotti da forno.

Breakfast Compensation

Ottimo il salmone, così come lo yogurt con granola, soltanto buona l’omelette con funghi e verdure (forse un pochino pesantina per i miei gusti!)

Salmon

Yogurt and Granola

hot dish: omelette with tomoatoes and mushrooms

ATTERRAGGIO

Mentre ormai stiamo per iniziare la discesa, uno degli A/V passa fila per fila offrendo da un vassoio il classico cadeaux di KLM, le ormai mitiche casette Bols, o per dirlo in altro modo le Blue Delft’s House. Ben note in molti ambienti aeronautici, sono un tocco di gran classe, e quella di oggi (la nr. 9) sarà un piacevole ricordo che andrà ad aggiungersi alla mia collezione casalinga.

Casetta BOLS

Atterraggio da ovest con 20 minuti d’anticipo a Kuala Lumpur e consegna del voucher per il fast track!

GIUDIZIO COMPLESSIVO
La lounge è bella a vedersi e confortevole, ma alcuni aspetti vanno curati di più. In volo, tralasciata la questione del prodotto hardware (obsoleto ma comunque dignitoso), va rivista la velocità del servizio (decisamente troppo lento) e l’amenity Kit.

Accettabile l’IFE e la selezione dei film. Più che buono il catering (solo l’entreè è imperfetto, con eccezionale piatto principale e carrello dessert). Quanto all’equipaggio, buono ma sul Milano – Amsterdam era stato “out standing”.

Perché scegliere KLM: per avere un ottimo catering e un equipaggio attento e cordiale

Perché non scegliere KLM : manca il fully flat bed e – se volete massimizzare le ore di sonno – il servizio è lento.

4 risposte a “KLM : Amsterdam Schiphol – Kuala Lumpur Int’l // Biz Class [IT-Part 2]

  1. giovanni schiaffino

    Gran bel post, accurato e completo. Grazie!
    Anche a me non dispiace Klm in business (molto meglio della cugina Air France).
    Ti consiglio (se non lo hai già’ fatto e mi son perso il relativo post) una prova su Alitalia: la nuova business non ha paragoni con le europee a mio avviso.

    • Ciao Giovanni,
      grazie per la visita e per il commento.

      Non ho ancora avuto modo di provare AZ in business (la nuova, intendo) più che altro perchè non vola dove vado io. Mi hanno detto che è estremamente competitiva.
      Sei sicuro nel dire che non ha paragoni in Europa? Mi sembra una frase molto impegnativa…
      A presto
      WF

      • giovanni schiaffino

        Grazie per la risposta! Per la mia esperienza meglio di British, decisamente meglio di KLM, molto meglio di Air France e molto molto molto meglio di Lufthansa (Biz Class). Cucina di livello, carta dei vini ottima, servizio migliorassimo, configurazione nel 777 (1 2 1), trousse Bulgari ricchissima. Unica cosa totalmente inadeguata la Lounge a Fco

        • Ciao Giovanni,
          il tuo commento, soprattutto l’ultima frase, mi fa intendere che sei sul pezzo. Se ne avrò la possibilità proverò con curiosità Alitalia.
          Al momento ho una Tokyo ma in Economy…

          A presto
          WF

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...