Korean Air : Bangkok Suvarnabhumi – Seoul Incheon // First Class [IT]

Tested on KE654 BANGKOK – SEOUL INCHEON 05/08/2012

Korean Air : Bangkok – Seoul // Teaser

CHECK-IN
In arrivo da un altro volo, mi sono dovuto affidare al transit counter situato nell’area D, dopo un’infinita attraversata di praticamente l’intero aeroporto. Al banchetto, presento la mia prenotazione ed il mio passaporto e, dopo una lunga diatriba tra gli agenti e una coppia di indiani scatenati riesco ad ottenere le mie carte d’imbarco: nonostante tutto sia sul BKK-ICN, sia sul volo per LAX potrò sedermi in fila 1 di finestrino.

A sorpresa la hostess, oltre al voucher per la lounge mi domanda se desidero anche l’escort service a Bangkok e Seoul. Nel dubbio rispondo che, ovvio, lo desidero.

LOUNGE
Per quanto concerne la lounge, posso affermare senza timore di smentita di aver subito una cocente delusione. Se c’è infatti un aeroporto che annovera una vasta quantità di belle lounge, quello è proprio Suvarnabhumi; ora che una compagnia come la Korean non riesca a stipulare un accordo con qualche partner o qualche altro vettore e debba ridursi a mandare i propri pax alla CIP First class lounge mi sembra ridicolo. Sia ben chiaro, la lounge in sé non è oscena in termini assoluti, ma se comparata a cosa offre l’aeroporto di Bangkok c’è da sorridere per lo sdegno.

CIP F lounge @ Bangkok

Ad ogni buon conto benché l’ambiente non sia il più moderno mai visto, non ci si può lamentare delle “facilities”: una vasta food station offre frutta, sandwich, dolci e pietanze orientali a volontà, mentre nel resto si può dare sfogo alla propria sete con una discreta selezione di bevande, alcooliche e non.

CIP F lounge @ Bangkok

CIP F lounge @ Bangkok

CIP F lounge @ Bangkok

Gratis ovviamente il WI-FI, discretamente funzionante.

Se qualcuno si stesse chiedendo come funziona l’escort service di Korean Air a Bangkok, bè, è presto detto: una hostess viene e ti dice “ehi, il tuo volo sta imbarcando”…. Quando si dice due braccia rubate all’agricoltura!!!

GATE
Il gate per l’imbarco è il numero E10, situato in fondo al molo E. Scesa la rampa si raggiunge il banchetto dove un mini-plotone di agenti dell’aeroporto controllano e scansionano le carte d’imbarco.

A metà via del finger, i passeggeri di Business e first voltano a sinistra per prendere l’airbridge a loro dedicato. Sulla  porta 2 hostess sfoderano un sorriso ceroso e salutano chiedendo deferentemente di poter vedere la carta d’imbarco, poi una di loro mi accompagna verso il posto (non che fosse molto distante): a quanto sembra ne sa abbastanza su di me, giacchè è informata su dove vado e come ci vado…

AEROMOBILE
Nonostante per giorni, l’aeromobile indicato per questa rotta fosse un B772 con il vecchio cradle seat, qualcuno deve aver buttato giù un occhio dal cielo, poiché l’’aeromobile odierno è un B773-ER, equipaggiato a tre classi, con una fila di first,business class ed economy class.

B773 Korean Air – First class seat (Sleeper Ottoman)

B773 Korean Air – First class cabin

A ben guardare sembra che la poltrona di First e di business sia esattamente la stessa, ma a ben vedere non è proprio così, perché quella di F dispone di un maggiore spazio per le gambe e di un doppio ripiano estremamente utile per riporre i propri effetti personali.

B773 Korean Air – First class seat (Sleeper Ottoman)

B773 Korean Air – First class seat (Sleeper Ottoman)

Le pareti bianche quadrettate con rigature argento, contrapposte al sedile turchese sono un ottimo abbinamento e danno con immediatezza la sensazione di un aereo nuovo e ben pulito.

Molte compagnie hanno cercato di rendere le toilette degli aerei più gradevoli in First Class impreziosendole in vario modo: Korean Air di tutto questo non ha fatto assolutamente nulla!

LOAD FACTOR
Medriocrino il load factor, con 3 passeggeri (su 6) in F, un 60% in C. Piena invece l’economy class.

POSTO A SEDERE
Anche in First Class la configurazione è 2-2-2 e pare abbastanza evidente che questa tipologia di aeromobile venga spesso utilizzata sulle rotte di medio raggio e regional. La poltrona è sostanzialmente divisa in due blocchi principali: da un lato la seduta vera e propria, dall’altro il poggiapiedi, il ripiano ed il monitor per l’IFE.

B773 Korean Air – First class seat (Sleeper Ottoman)

La poltrona si può estendere a letto senza difficoltà e forma – assieme al poggiapiedi – un’unica superficie perfettamente orizzontale.

Oltre alla luce classica in dotazione della Boeing, ogni posto a una lampada LED a braccetto che può essere regolata sia per orientamento che per intensità.

Personal Lamp

Se da un lato la tipologia di poltrona a “cocoon” ricorda molto – ad esempio – quella di Malaysia Airlines in Business class, va detto che Korean ha ridotto il pannello di controllo delle regolazioni all’osso, con un sistema peraltro di facile intuizione e che permette una regolazione discretamente efficace.

Seat Control

Il tray-table è nascosto nel bracciolo centrale che separa i posti ed è analogo a quello installato su Thai Airways, ossia  un tavolinetto che va prima sbloccato e poi estratto. Una volta esteso, appoggiandosi anche sull’altro bracciolo risulta stabile e discretamente comodo, anche se le dimensioni sono più da tavolo di business class che di First Class.

Tray – Table

Tra le cose assolutamente positive da segnalare, vi sono lo spazio porta bicchieri, ricavato nel bracciolo centrale grazie all’utilizzo del design Ying Yang, tanto caro a Korean Air, le prese USB e quella di corrente, nonché il ripiano sotto il monitor IFE che si dimostra sempre comodo da avere a disposizione.

IFE – Foot rest and shelf

IFE Monitor

Shelf for drinks (Ying Yang Design)

Per analogia, il corpo del monitor e del poggiapiedi richiama in qualche modo quello della business class di United Airlines.

Footrest

Un passo decisamente molto in avanti rispetto al cradle seat ancora presente sui 744, anche se – pur essendo molto comodo e assolutamente moderno – per una first class di lungo raggio non può essere considerato adatto, visto che mancano quegli accorgimenti tecnici che lo rendano un prodotto molto superiore rispetto a uno di business class.

PUNTUALITA’
Puntuale la partenza dal gate con un lieve ritardo in decollo a causa dei lavori di manutenzione in corso a Bangkok.

Taking off from Bangkok

Flight Map

AMENITIES
Questo è uno degli aspetti su cui Korean Air mi ha particolarmente deluso. Non riuscendo a trovarle, dopo il decollo ho educatamente chiesto alla hostess dove fossero, la quale – sorpresa dalla domanda – ha indicato lo spazio sottostante il telecomando per l’IFE, peraltro vuoto: non muore nessuno se non sono state messe le cuffie, ma vale il principio che in First class certe cose non dovrebbero MAI succedere.

Ciò detto, le cuffie di Korean Air sono quanto di più dozzinale esista in circolazione, al punto che quelle in dotazione a KLM sono di altissima qualità. Se poi si aggiunge il fatto che non hanno nemmeno lo spinotto per impedire l’utilizzo delle cuffie fuori dall’aereo, si capisce chiaramente che Korean Air ha proprio risparmiato sull’argomento.

Sulla medesima falsa riga non si sono sprecati per le coperte, marchiate sì Korean Air ma tessute ancora in materiale antidiluviano e decisamente un pochino troppo vintage. Al contrario, sono ottimi i cuscini, di ampie dimensioni e molto consistenti, rivestiti con una fodera verde pastello.

Quanto all’amenity kit, il discorso finisce ancora prima di incominciare: sul volo Bangkok – Seoul non viene distribuito un amenity Kit, e dire che sono 8 notturne di volo! Di pigiami, poi, manco l’ombra. L’unica cosa che viene concessa in dotazione è un piccolo sacchetto di tela che contiene le ciabattine per potersi muovere a bordo…

“Amenity kit”

“Amenity kit”

Troppa grazia Sant’Antonio.

SERVIZIO
E’ difficile dare un giudizio netto sul servizio proposto da Korean Air, principalmente perché non avendo altre esperienze in volo con Korean air è complesso capire se questa sia la norma.

Se l’incipit è stato sicuramente favorevole con la hostess subito pronta a presentarsi, offrire giornali e quotidiani ed a servire un welcome drink su richiesta, d’altro canto ci sono dei minus non indifferenti, a partire dalla totale assenza di un amenity kit (Anche solo basico), cosa abbastanza bizzarra per un volo così lungo.

Welcome Drink

E’ indubbio che l’indottrinamento sia stato fatto in modo molto metodico, perché non è un caso che la hostess sia subito pronta a spiegare in cosa consista il servizio (un “light meal” subito dopo il decollo e la colazione prima dell’atterraggio), ma anche la mancanza del menu’ scritto per quanto concerne il light meal è decisamente atipica e – oserei dire – poco tollerabile.

Wine List

Drink List

Menu

Breakfast Menu

Parlando invece di ciò che merita di essere detto, è l’attenzione quasi maniacale nel segnare le ordinazioni (dal gusto dello yogurt al come servire le bevande), rigorosamente annotate sui fogli di bordo e il continuo refilling dei bicchieri ogni qual volta passando notano che è necessario.

 

CATERING e MAIN MEALS
Sul catering ammetto di essere rimasto assai deluso, perché mi aspettavo molto – ma dico molto! – di più. Sostanzialmente, in 8 ore di volo viene proposto quello che le hostess chiamano un “light meal” e –prima dell’atterraggio – una colazione.

Dirò fin da subito che il fatto che non esistesse un menù per il light meal aveva lasciato in me più di un presagio sugli eventi. De facto, mi sento di dire che questo famelico light meal è quello che Singapore Airlines, Thai Airways o la maggior parte delle compagnie in First class chiama Appetizer, ossia stuzzichino.

Lascio direttamente ad ognuno la valutazione sulla consistenza dello stesso.

The so-famous Light meal

the so-famous Light Meal

A completamento, debbo dire che pur minuscoli sono estremamente gustosi.

Discorso diverso invece per la colazione che viene servita 1 ora prima dell’atterraggio.

Il menu’ propone:

–       Selezione di yogurt-       PIATTI PRINCIPALI

  • Porridge di riso con capesante alla coreana e contorni misti
  • Tortilla spagnola con salsa a base di pomodoro, servita con wurstel di vitello alla griglia e verdure
  • Carne brasata e tagliolini di riso in brodo con verdure

–       Frutta fresca di stagione

–       Selezione di pane (croissant, muffin, danish, panini morbidi) con burro e marmellata

Dopo aver disposto una tovaglietta grigio antracite, le hostess servono il vassoietto dove sono già state predisposte le posate, il tovagliolo, la marmellata, il piattino per il pane e le bevande ordinate.

Breakfast Table Set

Con rapidità impressionante ed alternandosi tra loro, portano dapprima lo yogurt (servito in una apposita ciotolina ma senza cereali o granola), quindi il vassoio del pane da cui ciascuno può scegliere ciò che vuole, infine servendo tè o caffè secondo le indicazioni.

B’fast

Yogurt

Bakery products

Il piatto principale, nel mio caso la tortilla spagnola, è bello a vedersi ma non sazia: qualitativamente è gustoso e non ci si può lamentare ma bisogna ammettere che le porzioni non sono esattamente quelle generose che ti aspetti in First class.

B’fast main course: Spanish Tortilla

Infine, viene servita la frutta, con una hostess che si presenta con un vassoio ricolmo alla mano, invitando i passeggeri a scegliere la frutta che desiderano. Poi si ritira e nel galley appronta un piatto di frutta mista in base alle preferenze indicate.

Fresh Fruit

DORMIRE A BORDO
Nulla da dire sul comfort della poltrona, una volta distesa a letto. Le dimensioni sono generose, sebbene la privacy – in caso di volo pieno – possa essere un pochino compromessa (vi è comunque la possibilità di estrarre una paretina divisoria per ovviare alla questione!).

First class Seat

First class seat (bed mode)

La superficie su cui sdraiarsi risulta estremamente di sostegno ed assai uniforme, senza lasciare la sensazione – talvola accade – di un punto morto o di scivolamento.

EQUIPAGGIO
Racconta un mio amico – Mach81 (giusto per non fare nomi e cognomi) – che lui, alla sola idea delle donne Koreane un po’ geishe, va in brodo di giuggiole (in realtà l’espressione non era esattamente questa, ma vorrei evitare di scadere nel licenzioso: vorrei confortarlo dicendogli che anche chi non vive questa sorta di fetish rimane molto impressionato.

Oltre ad essere una bellezza sofisticata e costruite, con questo trucco chiarissimo e pallido che le rende sorte di donne glaciali, le hostess coreane non mancano, complice anche l’uniforme castigatissima, di esaltare questo caratteristica mentre svolgono il proprio lavoro.

Fa sorridere – in un mondo che richiama pesantemente la parità dei sessi – vedere il capo cabina (maschio) crogiolarsi nel dolce far niente, mentre il resto del lavoro resta in carico alle hostess, tutte indaffaratissime!

A far presa particolarmente su un occidentale caucasico come me è il vedere il modo deferente in cui si porgono, inginocchiandosi affianco a te (non pensate male!!!) per sentire correttamente, prendendo meticolosamente delle richieste, piuttosto che dilungandosi in un profluvio di domande nella speranza di non infastidire i passeggeri. Cautamente chiedono se – benché stia mangiando – sia possibile abbassare un po’ le luci per venire incontro ai pax che già dormono, oppure ti aiutano nel piegare i riporre i vestiti smessi sull’apposita gruccia (quelli della Lufthansa è già tanto se ce l’hanno la gruccia!). E prima di atterrare c’è sempre il tempo per venire a darti informazioni dettagliate sulla tua coincidenza o venire in schiera a riverirti ossequiosamente e con deferenza, ringraziandoti di aver viaggiato con loro.

Insomma, un mondo lontano da buona parte della tradizione europea, che lascia un’immagine bella, una sensazione di essere al centro delle attenzioni dell’equipaggio e che ti fa sentire ben voluto.

IFE – MONITOR
Monitor touchscreen di ottime dimensioni in formato 16:9.

IFE Monitor

IFE’s Air Show

Il telecomando per la gestione dell’IFE è assolutamente diverso da quelli tradizionali, con una forma a “8”. I tasti sono comunque intuitivi, e nella parte posteriore c’è spazio per una intera tastiera qwerty e un monitor LCD da 2 pollici circa.

IFE’s handset

IFE’s handset

La selezione dei film è medio buona, con anche un paio di film in italiano. Niente però di paragonabile ai migliori sistemi IFE.

Per me questa sera solo un pezzo di The Raven: a metà film sono letteralmente sprofondato nel sonno, risvegliato solo dalla hostess che richiamava la mia attenzione sull’imminente colazione.

ATTERRAGGIO

Landing @ ICN

Korean air Tail parade at Incheon

Atterraggio perfetto a Seoul, con un lungo rullaggio per raggiungere il gate (22). Uscito dal finger c’era ad attendermi una hostess di terra Korean Air con in mano un cartello con il mio nome.

GIUDIZIO COMPLESSIVO
Note positive sì, ma anche parecchie pecche negative in questa primissima esperienza con Korean air: vanno sicuramente apprezzate le hostess ed il loro modo di porsi. Il sedile è  un buon compromesso – per questa tipologia di volo), così come l’IFE. Tutto da rifare invece sul catering e parte del servizio. In first class ci vuole l’eccellenza, cosa che da questo punto di vista a Korean Air manca.

3 risposte a “Korean Air : Bangkok Suvarnabhumi – Seoul Incheon // First Class [IT]

  1. Salve, volevo prima di tutto complimentare con l’autore del sito! grazie per le tue recensioni in giro per il mondo sulle vari compagnie aeree! è molto interessante quello che fai, ho solo una curiosità personale: senza essere scortese volevo chiederti che lavoro fai per poter girare tutto il mondo?

    • Ciao Andrea,
      grazie per la visita e per il commento.
      Ancora di più per i complimenti.

      Quanto alla tua domanda, mi occupo di consulenze informatiche.

      Se vuoi sapere altro, contattami pure a flyerzblog at gmail dot com

      A presto
      WF.

  2. Ti seguo già da qualche mese e sono andato a vedere un pò tutti i tuoi vecchi post. Scommetto che è uno dei lavori più appaganti visto che ti permette di girare il mondo gratis😛

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...