Myanmar Airlines : Bangkok – Yangoon/Rangoon / Economy Class [IT]

Tested on 8M 336 BANGKOK SUVARNABHUMI – YANGOON INT’L – AGOSTO 2012

Myanmar Airlines : Bangkok – Yangoon teaser

CHECK-IN
Non nascondo che questo breve viaggio su un vettore a  me ancora sconosciuto esercita sul sottoscritto un fascino non indifferente. L’idea di qualcosa di nuovo, o forse di qualcosa di davvero fuori dagli schemi mi intriga non poco.

Raggiunto il check-in, non ci vuole molto a capire che qui tutto il personale è dell’handling ad eccezione del supervisor, in divisa MAI. Grazie al cielo, costoro – a differenza dei più nostrani (e direi anche sf*gati) manager di MyAir – non si sono inventati nomi per le tariffe tipo “MAIpiù” o robe simili.

Il check-in semi deserto a 70 minuti dalla partenza del volo è inoltre un buon indicatore che il volo odierno difficilmente sarà stracolmo. Domando se posso avere un finestrino e se per caso c’è la possibilità di avere il posto affianco a me vuoto. La ragazza mi sorride e mi dice che farà quel che potrà.

Etichettato il bagaglio e raccattata la carta d’imbarco, mi avvio verso i controlli di sicurezza.

CONTROLLI DI SICUREZZA
Dopo lunghi anni di sofferenza, da qualche tempo a Suvarnabhumi hanno capito che i vecchi check-point erano totalmente inadatti al flusso di gente, specie negli orari di punta. Così – ed era ora – hanno diviso l’area check-point dall’area immigrazione, spostando la prima al piano superiore, obbligando sì i passeggeri a salire di un piano per poi ridiscendere, ma eliminando dall’altro lato un collo di bottiglia che creava code inenarrabili.

Anche a BKK sono arrivati i nuovi scanner che – debbo dire – sono estremamente efficaci: rilevano anche le carte da buttare che uno ha magari lasciato in tasca, convinto che al tradizionale metal detector non può fregare di meno.

LOUNGE
Niente lounge per chi viaggia in economy ed è al primo volo con la MAI. Suppongo che la lounge utilizzata da chi ne ha diritto sia la CIP lounge, sala che sinceramente non ha nulla di chè… forse forse è meglio non avere accesso ad una lounge e gironzolare per il terminal.

GATE
Incredibile ma vero, il gate di partenza non è di quelli sfigati, ubicati in chissà quale remota parte dell’aeroporto, bensì il D8, meravigliosamente posizionato di fronte ai check-point. Dopo anni di transumanze verso i C10, E8 e F9 del caso volando in First class con le major,  non sembra possibile che un vettore tutto sommato piccolino e molto di nicchia abbia ottenuto la piazzola in uno dei gate più ambiti di tutto il terminal.

A320 Myanmar Airlines

Al Gate il personale è attivissimo e gestisce l’imbarco con grande padronanza. C’è da rimanere veramente colpiti. Al mio turno, il manager controlla la carta d’imbarco poi a sorpresa in italiano (ben parlato) mi saluta e mi augura buon viaggio

AEROMOBILE
All’ingresso a bordo una hostess in un bellissimo abito tradizionale,  composto da gonna blu scuro con una greca ricamata e una maglietta turchese mi porge il benvenuto a bordo.

A320 Myanmar Airlines

Da Bangkok a Yangon si vola a bordo di un A320: nonostante non sia nuovissimo, gli interni sono ben tenuti, tutti sviluppati su gradazioni diverse di bianco, grigio e azzurro. L’aereo è configurato a 2 classi, con la business class nelle prime 2 file (in un classico 2-2 per i quali sono stati utilizzati veri e propri sedili di business class in pelle), mentre il resto della cabina è in economy, con un layout 3-3.

A320 Myanmar Airlines – Cabin view


LOAD FACTOR
Piuttosto vuoto il volo odierno con la cabina di business class totalmente vuota e un misero 50% in economy.

POSTO A SEDERE
I posti a sedere sono quelli standard di airbus, con il classico tavolinetto.

A320 Myanmar Airlines – Economy class Seat

A320 Myanmar Airlines – Economy Class Seat

Su uno dei braccioli c’è la regolazione per l’audio e l’ingresso per le cuffie. La presenza dei posacenere denota la longevità dell’aeromobile. Nonostante mi fosse stato assegnato un posto nella fila di emergenza (ma quanto piacciono i caucasici alle donne del sud est asiatico? J ), ho preferito viaggiare in una fila standard per poter avere a disposizione tutte le mie cianfrusaglie. Il legroom in economy class è assolutamente accettabile

PUNTUALITA’
Partenza dal gate in perfetto orario e numero 4 in sequenza di decollo.

Taking – Off from Bangkok Suvarnabhumi

SERVIZIO
Anche in questo caso nel giudicare il servizio va tenuto conto che si tratta di un volo piuttosto corto, paragonabile a un Milano-Roma.

Riviste di bordo

Gli A/V sono rapidissimi nel distribuire dapprima una salviettina umidificata (non di grandi pretese ma ottimamente profumata), quindi i moduli per la dogana e l’immigrazione.

Salviettina umida

Subito dopo il decollo, viene offerta una scelta di quotidiani (Thailandesi per lo più) utilizzando il carrellino verticale che da anni non vedevo più a bordo delle compagnie.

In pochi minuti l’equipaggio predispone il refreshment con 2 giri di bevande, prima di passare fila per fila con il carrellino del duty free shop….

CATERING e MAIN MEALS
Il “refreshment” – come  lo chiamano loro – è meglio di quello che le europee chiamano “main meal” sulle rotte continentali: servito su un vassoietto in plastica blu, propone un sandwich a base di tonno e pomodoro, della frutta fresca, un dolce a base di cioccolato e anacardi (ignoro se sia un muffin o che), dell’acqua e una bevanda calda a scelta tra te e caffè che viene  servita all’istante dall’equipaggio.

“refreshment”

Se la quantità è assolutamente ottima (e supera ad esempio sulla medesima rotta l’offerta di Thai airways), dall’altra parte la qualità potrebbe essere migliore: il sandwich – per quanto saporito e gustoso – potrebbe essere fatto con pane più fresco (non arriverò a dire che fosse raffermo ma…) e a detta del mio vicino di bordo anche il dolce dovrebbe essere meno stantio.

Tuna Sandwich

Chocolate cake

mixed Fruit

Globalmente però il pranzo per qualità rimane comunque sufficiente.

Stranamente, sebbene vi sia una vasta scelta di bevande, manca l’equivalente di una Coca Zero o di una coca light.

EQUIPAGGIO
L’equipaggio merita sinceramente dei complimenti perché, nonostante la giovanissima età (nessuno di loro raggiunge i 30anni) sono tutti molto motivati e professionali. Sempre sorridenti e dediti ad assistere i passeggeri, parlano un buon inglese (meglio di molti altri) e si presentano in modo estremamente positivo nell’interazione. Le uniformi delle donne sono bellissime oltre che molto eleganti e mettono in risalto la loro fisicità orientale. I modi e gli atteggiamenti raffinati completano il giudizio positivo.

ATTERRAGGIO
Atterraggio in orario a Yangoon. Un po’ a rilento le operazioni di sbarco. Bene invece l’immigrazione e la consegna dei bagagli con personale molto cortese e socievole

GIUDIZIO COMPLESSIVO
Positiva l’esperienza con Myanmar Airlines: non diverrò certo un loro top customer ma posso assicurare che il rapporto qualità / prezzo è assolutamente elevato. Thumbs up per tutto ciò che riguarda le operazioni pre-volo (check-in – gate – imbarco), il posto a sedere, la comunicazione del personale, il servizio a bordo e l’equipaggio. Da riconsiderare (ma non tragico) il catering.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...