Singapore Airlines : Singapore Changi – Hong Kong CLK // Business Class [IT – Part 1]

Tested on SQ0002 – SINGAPORE CHANGI – HONG KONG CHEK LAP KOK – AGOSTO 2012

Singapore Airlines : Singapore Changi – Hong Kong CLK teaser

CHECK-IN
Ci sono posti dove devi fare i salti mortali per fare le cose in tempo, altri in cui anche impegnandosi non riesci ad avere un contrattempo: a quest’ultima categoria appartiene sicuramente l’aeroporto di Singapore Changi, moderno ed efficientissimo in cui l’unica pecca è rappresentata dalla poca luce naturale che filtra dall’esterno.

Singapore Changi Airport – T3

Per ogni altra cosa è sinonimo di perfezione e non ci sono storie al riguardo. Vai al deposito bagagli, lasci giù il tuo bagaglio per tre giorni e trovi un impiegato sorridente che si mostra di estremo aiuto e  disponibilità nei tuoi confronti. Pago in Hong Kong dollars, poi mi dirigo al piano dei check-in.

Singapore Changi Airport – T3

Singapore Changi Airport – FIDS @T3

Gli spazi infiniti del nuovo terminal 3 sono ariosi e calmi.La pace è sovrana con mille voci che si confondono nella quiete generale. Dato un rapido sguardo ai tabelloni delle partenze, vado verso l’area check-in: essendo stato in Myanmar senza connessione, non ho potuto fare il check-in per questo volo; al tempo della prenotazione l’avevo controllata su internet e mi ero selezionato il posto oltre che il Book the Cook.

Singapore Changi Airport – T3 – Check-in Area

Al check-in il personale in elegante uniforme dell’aeroporto si mostra disponibile, mi dice se desidero confermare il posto che avevo scelto all’epoca e mi chiede se spedisco bagaglio. Poi mi restituisce il passaporto e mi consegna la carta d’imbarco, senza dimenticare di informarsi se so dove si trovi la lounge.

Singapore Changi Airport – T3

CONTROLLI SICUREZZA
Anche in questo caso un enorme successo: Changi adotta il modello di Seoul, ossia con i controlli specifici effettuati ai singoli gate. Come misura suppletiva comunque un “gross” screen viene svolto sui bagagli a mano prima dell’immigrazione. Manco a dirlo al checkpoint non c’è nessuno in coda e posso subito presentarmi all’ufficiale, che – cordialissima – mi saluta e mi offre una caramella (ma ve lo vedete il carabiniere a Malpensa o a Fiumicino che ti chiede se vuoi il cioccolatino!? Bahauhauahu). Mentre mi viene stampigliato il timbro d’uscita sul passaporto mi dedico al mio nuovo hobby preferito, la compilazione elettronica dei sondaggi – supertrendy a quanto sembra a Singapore – perché, naturalmente, ce ne è una anche per commentare l’esperienza al check-point.

LOUNGE.
Passeggiare per l’airside del Terminal 3 è gradevole e la varietà di marchi e negozi disponibile è decisamente adeguata, il cambio euro-dollaro di Singapore tuttavia non è dei migliori e c’è poco da darsi allo shopping. Sbirciata qualche vetrina tra Ralph Lauren, Gucci e Paul & Shark, mi avvio al piano superiore verso la SilverKris Lounge, sala d’attesa designata per i passeggeri di Business e First che viaggiano con Singapore Airlines.

All’ingresso 4 agenti salutano e controllano le credenziali, lasciando poi il passo per accedere realmente alla lounge. Percorso il corridoio e superata l’area HI-Tech dove sono disponibili sia PC  sia Mac,  la lounge si apre immensa di fronte ai propri occhi.

Silver Kris Lounge @ Changi T3

La food and drinking station è ubicata sul lato destro mentre dall’altro lato ci sono le zone per sedersi ed i banconi in marmo con gli sgabelloni.

Silver Kris Lounge @ Changi T3 – Living Area

L’arredamento è superraffinato, con una bellissima scelta di luci e di marmi che impreziosiscono l’ambiente.

Silver Kris Lounge @ Changi T3 – TV Area

La boiserie in legno scuro ed i soffitti alti ovattano oltremodo i locali rendendoli particolarmente silenziosi e tranquilli.

Silver Kris Lounge @ Changi T3 – Living Area

A mancare è più di tutto la luce naturale che filtra solo da lontano dalla vetrata che dà sull’interno del terminal.

Silver Kris Lounge @ Changi T3 – Living Area

Silver Kris Lounge @ Changi T3 – newspapers and magazines selection

Nel complesso infatti la lounge risulta sì calda e accogliente ma anche piuttosto buia e tetra.

L’area per il cibo e le bevande è da luxury hotel: ampia selezione di piatti caldi e freddi, a partire dai tagliolini per finire al sushi, passando per soba, udon, formaggi di alta qualità, pollo al curry, nasi goreng, frutta fresca, involtini primavera, ravioli al vapore e – perché no- i più grezzi ma appaganti sandwich.

Silver Kris Lounge @ Changi T3 – Restaurant / Refectory zone

Silver Kris Lounge @ Changi T3 – Food Station

Silver Kris Lounge @ Changi T3 – food station

Silver Kris Lounge @ Changi T3 – Buffet selection

Silver Kris Lounge @ Changi T3 – Buffet Selection

Silver Kris Lounge @ Changi T3 – Buffet Selection – Hot Dishes

Silver Kris Lounge @ Changi T3 – Buffet Selection – cheese

Silver Kris Lounge @ Changi T3 – Buffet Selection – Japanese corner

Silver Kris Lounge @ Changi T3 – Buffet Selection – Assorted Sushi

La connessione ad internet è solidissima e molto robusta. Per chi lo desidera ci sono delle docce fornite di tutto ciò che occorre anche se mancano (ed è un pochino una pecca) delle aree per dormire, che in una lounge come questa ti aspetti.

GATE
Oggi il gate per l’imbarco è il B10, che – manco a farlo apposta – è ubicato all’estremità del terminal, vicino anzi al T1. Per raggiungerlo occorre una decina di minuti tra passo svelto e tapis roulant. Una volta lì, si effettua il controllo di sicurezza (quello serio questa volta), quindi viene nuovamente controllato il passaporto e si raggiunge il banchetto dove l’agente strappa la tua carta di imbarco.

Singapore Airlines Boeing B777-300ER operating as SQ0002 SIN-HKG

Mi avvio attraverso l’area “sterile” e poi a sinistra nel finger per raggiungere la porta 1L dove una leading steward in kebaya sarong verde sfodera un espansivo benvenuto, si informa del più e del meno per poi tendere la mano aperta ad indicare la strada per raggiungere – una volta attraversato il galley e la cabina di first class il mio posto.

AEROMOBILE
Ancora per un breve periodo – visto che tra qualche mese sarà rimpiazzato dall’A380 – il volo SQ2 viene operato con B777-300ER, equipaggiato a 3 classi, con First, Business ed Economy: in F ed in C la configurazione è 1-2-1, mentre in Y è stato adottato il 3-3-3.

Singapore Airlines Boeing B777-300ER operating SQ0002 SIN-HKG

Spendo due parole a proposito del servizio SQ1-SQ2 che è un volo ormai iperlongevo e di cui mi picco definirmi in qualche modo esperto. Operato via Hong Kong è uno dei principali collegamenti di Singapore Airlines con il Nord America (S. Francisco). SQ detiene i diritti su tutte le singole porzioni di volo ed è un volo estremamente interessante per chi viaggia tra HK e l’America. D’altro canto proprio per questa sua peculiarità, anche ai passeggeri in viaggio per la sola  tratta S’pore – HK viene offerto un prodotto a tutti gli effetti di lungo raggio.

La First class è occupa la parte anteriore dell’aereo e dispone di due file di posti; in business invece si può scegliere tra la mini-cabina (2 file) posizionata dopo la first class e prima della porta 2 oppure nella cabina principale a cavallo fra le porte 2 e 3.

LOAD FACTOR
Full House per il volo SQ2 tra Singapore e Hong Kong con tutti i posti venduti. Non stupisce come mai sia una delle poche compagnie a fare utili nonostante la crisi del settore!

POSTO A SEDERE
Il sedile di business class sui B777-300ER è esagerato, non ci sono altri termini per definirlo. Enorme e maestoso, grazie alle pareti alte offre uno spazio abbondante, abbinandolo ad un livello di privacy elevato.

Singapore airlines B773ER – Business Class Seat

Avendo ogni posto l’accesso al corridoio, per chi viaggia singolo la  scelta obbligata per il posto di finestrino; chi viaggia in coppia può scegliere se stare nei posti centrali oppure dividersi a cavallo di uno dei due corridoi.

Singapore airlines B773ER – Business Class Seat

Singapore airlines B773ER – Business Class Seat

Quanto alla sezione di cabina, esistono due correnti di pensiero principali: io sono per la mini-cabina ed in particolare la prima fila, la numero 11.

Singapore airlines B773ER – Business Class Mini-Cabin (rows 11-12)

Singapore airlines B773ER – Business Class Main Cabin (other rows)

I colori sono tutti sulle tonalità del marrone e del beige con una seduta larghissima, al punto che c’è un cuscino in pelle per trovare una posizione ottimale in cui “svaccarsi”, ed intendo proprio svaccarsi. A differenza delle altre file, la 11 e la 15 essendo quelle “bulkhead” offrono l’intera larghezza per appoggiare le gambe, laddove le altre file dispongono di una sola porzione, a causa della struttura del sedile antistante.

Singapore airlines B773ER – Business Class Seat – footrest space on the bulkhead seat

Lo spazio tra la shell della poltrona e il finestrino offre un piccolo spazio per riporre i propri effetti personali anche se all’uopo c’è un apposito cassettino sul lato interno della poltrona, molto profondo e con lo sportellino richiudibile.

Singapore airlines B773ER – Business Class Seat – Lockable compartment and headphones hook

Singapore airlines B773ER – Business Class Seat – Space for Papers

Sempre sul lato interno c’è il gancio per le cuffie, e lo scomparto per il tavolino che è orientato diagonalmente rispetto al sedile.

Singapore airlines B773ER – Business Class Seat – Tray Table

Aperto lo scomparto e schiacciato lo sblocco del tavolo, si estrae e rapidamente si distente, essendo un monoblocco di forma rettangolare.

Singapore airlines B773ER – Business Class Seat – Tray Table

2 aspetti positivi si rilevano facilmente: l’orientabilità (si può girare intorno all’asse verticale oppure avvicinarlo / allontanarlo dalla poltrona)  e il pulsante che permette di aggiustarlo in altezza, aspetto questo su cui Singapore Airlines sembra essere una delle poche ad aver capito la vera problematica dei tray table. Le dimensioni sono buone – considerato che si tratta di un tavolino di business class – così come il materiale e la consistenza dello stesso, sebbene a causa del peso strutturale il tavolino tenda ad essere lievemente inclinato verso il lato opposto al braccio di sostegno.

Sul lato esterno della poltrona ci sono i comandi di controllo per il sedile: anche in questo caso Singapore Airlines ha giocato la carta del “semplice ma funzionale”: una regolazione per lo schienale ed una per l’alzagambe; nient’altro.

Singapore airlines B773ER – Business Class Seat – Seat control

Affianco i pulsanti per richiedere l’assistenza dell’equipaggio, per la luce del posto e il comando “do not disturb”, sufficiente per illuminare un apposito segnale sulla paratia esterna del sedile, evitando così interventi non necessari degli assistenti di volo.

Singapore airlines B773ER – Business Class Seat – External seat identification

All’interno del bracciolo è ubicato il telecomando per l’IFE (quello con il minischermo LED) con cui si può regolare il monitor e il sistema di intrattenimento.

Singapore airlines B773ER – Business Class Seat – IFE Headset

Sulle paratie laterali adiacenti allo schienale ci sono la presa per le cuffie e due luci – una per lato – che possono essere utilizzate in modalità reading light ovvero come luce soffusa di fondo.

Singapore airlines B773ER – Business Class Seat – Personal Light

Quanto alla parte anteriore della poltrona, nelle file 11 e 15 si dispone di un abbondantissimo poggia piedi (parliamo di oltre 1 metro di larghezza), mentre sopra trova posto il monitor per l’IFE (di veramente ottime dimensioni) accompagnato da 4 scomparti: oltre ad un semplice ripiano porta bevande, c’è uno scomparto per effetti personali, una vano hi-tec con prese varie ed infine un vano “trucco”, con specchio e luce specifica per darsi una ritoccata (le donne in particolare).

Singapore airlines B773ER – Business Class Seat – IFE Screen and personal spaces

Singapore airlines B773ER – Business Class Seat – IFE screen and personal spaces

Singapore airlines B773ER – Business Class Seat – Personal compartment and Vanity mirror

Singapore airlines B773ER – Business Class Seat – Personal compartment and assorted plugs

Gente che sa quello che fa, questi in Singapore Airlines. Prodotto di qualità eccellente che non abbisogna di critiche, essendo de facto lo stato dell’arte in termini di business class!

AMENITIES
In questo caso penso giochi molto il fatto che si tratti di un regional flight che svolge tuttavia il ruolo di side-sector per un volo intercontinentale. Ad ogni posto sono già disponibili fin da subito, una coperta in tessuto sintetico di colore turchese ben orlata e di buona fattura, oltre ad un cuscino rettangolare estremamente consistente ideale come supporto o per brevi pisolini. In realtà dietro allo schienale è già disponibile per chi volesse dormire il cuscino di grandi dimensioni adatto per un riposo di maggiore durata.

Ordinatamente posizionati nel vano portaoggetti sul lato interno della poltrona ci sono le cuffie ed il menù, oltre alle riviste di bordo.

safety card, magazine, IFE guide and Inflight shopping catalogue

Singapore airlines B773ER – Business Class Menù

Le cuffie, di indubbia qualità e nel loro involucro marchiato singapore Airlines sono della Sennheiser e hanno un’ottima tecnologia per la cancellazione del rumore di fondo: perfettamente idonee ad un viaggio in business class.

Singapore airlines B773ER – Business Class Headphones

Singapore airlines B773ER – Business Class Headphones

Quanto all’amenity kit, si tratta di un discorso trito e ritrito: Singapore Airlines per policy non presenta ai propri passeggeri una propria trousse, preferendo limitarsi ad una sacchetta con delle pseudo-scarpette in tessuto spugnoso per aggirarsi comodamente in aereo.

Singapore airlines B773ER – Business Class Socks

Quanto al resto, ogni cosa è disponibile all’interno delle toilette: dal pettine al kit per radersi, passando per lo spazzolino da denti e finendo con i tappi per le orecchie. Per l’igiene personale sono disponibili in appositi boccettini originali di vetro un dopobarba de L’Occitane oltre ad un Eau de Toilette alla Verbena ed una crema corpo sempre prodotti da L’Occitane.

Del tutto a sorpresa e per pura coincidenza scopro che domandando un pezzo di carta, Singapore Airlines – nonostante la moda ed i tempi siano cambiati – fornisce ancora degli elegantissimi Writing Kit in cartoncino patinato al cui interno si trovano buste e fogli di carta intestata Singapore Airlines.

Writing Kit

Writing Kit

Lo ripeto: gente che sa quello che fa.

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
Il racconto di questo viaggio è diviso in vari  post; puoi guardare il resto del viaggio cliccando sui seguenti link:

Parte 1
Parte 2
:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

2 risposte a “Singapore Airlines : Singapore Changi – Hong Kong CLK // Business Class [IT – Part 1]

  1. Aspetto con impazienza la seconda parte! Ciao

  2. Pingback: Singapore Airlines : Singapore Changi – Hong Kong CLK // Business Class [IT - Part 2] | FlyerZ Blog

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...