Cathay Pacific : Hong Kong CLK – London Heathrow // Business Class [IT – Part 3]

Dai uno sguardo anche alla parte precedente di questo Trip Report!

Tested on CX251- HONG KONG CHEK LAP KOK – LONDON HEATHROW  – AUGUST 2012

CATERING e MAIN MEALS
Il menu’ di Business class viene consegnato dalle hostess abbinato alla lista dei vini.

Menù and Drink List

Con la copertina in cartoncino ed un formato più piccolo rispetto a quello di altre compagnie, è stampato su carta patinata di buona qualità. Anche in questo caso, tuttavia, basta un poco di attenzione per capire che i menu’ sono stati oggetto di contenimento dei costi. La copertina infatti non viene mai cambiata, viene solo sostituito il foglio con il menu’ di quel periodo che è tenuto insieme da un opportuno quanto evidente elastico blu.

Le immagini in copertina, pur molto eteree, sono di gusto e rendono piacevole il menu’ da sfogliare. Venendo al contenuto del menu’, ammetto che considerata la durata del volo (superiore alle 11 ore) mi aspettavo qual cosina di più, in termini di proposte: a stupire sono le sole DUE opzioni per il piatto principale del supper e la mancanza di un antipasto vero e proprio: può darsi che trattandosi di un supper la scelta sia stata quella di un servizio meno completo ma più rapido, certo non può definirsi un menu’ faraonico.

Supper Menù

Supper Menù

Wine List

SUPPER

Antipasto

  • Insalata mista con petto d’anatra arrosto e vinaigrette francese

Piatti Principali

  • Pollo fritto sul Wok con fagioli neri, riso jasmine al vapore, melone giallo e condimento di sesamo e aglio
  • Salmone arrosto con concassè di pomodori e crostino di formaggio Camembert, patate alle erbe ed asparagi

Formaggi e Dessert

  • Cambozola, Doppio Glaucester e Chaumes con pasta di Cabernet
  • Frutta fresca di stagione
  • Mousse croccante di cioccolato con salsa di fragole

Caffè e Tè

Praline

Nei main service Cathay Pacific utilizza il sistema dei carrellini in maniera maniacale ed in linea di massima la scelta paga perché permette ai passeggeri di vedere direttamente le cose, invece di dover scegliere a scatola chiusa. D’altro canto il servizio risulta un pochettino più complicato perché bisogna necessariamente manovrare nei corridoi, specie quando qualche passeggero deve passare.

Dopo un rapido giro di tovagliette, molto belle e con trama incrociata di grande eleganza, le hostess distribuiscono il vassoietto, con piattino per il pane, antipasto, condimento, ciotolina con il burro, sale pepe e posateria varia.

Table Set

I “boccettini” a forma di sasso che Cathay Pacific utilizza da anni come portasale e portapepe sono a lungo stati oggetto di una mia possibile mania cleptomane perché sono originalissimi e a casa starebbero benissimo, ma l’idea di portare via qualcosa che non sia materiale di consumo da un aereo non mi è mai piaciuta e quindi mi sono bellamente astenuto. Confermo tuttavia che se dovessi accattare qualcosa di nascosto, questi sarebbero i primi in lista!

Sempre la stessa hostess, propone poi un cestino del pane da cui serve (a mezzo posate) quanto scelto dai passeggeri, tra mini baguette, garlic bread e panini classici.

Rapidissimamente e – aggiungo – senza troppe leziosità, le hostess passano con un altro carrello per il corridoio dal quale vengono proposte le portate principali, nonché servito da bere.

Service on board CX251

E’ piuttosto evidente che si tratta di un servizio molto concentrato, probabilmente per permettere a chi vuole dormire di usufruire di quanto più tempo possibile. Se questa dovesse invece essere la prassi, ne rimarrei un pochetto deluso perché in passato ho sempre avuto modo di riscontrare come il servizio di Cathay Pacific fosse sempre curato e molto completo.

Fatta la mia scelta (chi conosce i miei gusti non può avere dubbi), mi dedico all’antipasto, misero per quantità sebbene qualitativamente buono. L’anatra resta un must sia per la cucina cinese sia per me e posso confermare che ne vale la pena: peccato solo la parsimonia nelle dosi.

Entrèe – Duck w salad

Il salmone arrosto viene offerto in una terrina che per via delle pietanze è squisitamente multicolore: tuttavia la presentation è lievemente imperfetta.

Main Course: Salmon

All’assaggio il salmone è tuttavia di ottima qualità e non è del tutto coperto dal sapore forte ed intenso del Camembert. Patate un pochino indietro nella cottura.

Difficile invece giudicare tutto ciò che viene dopo: l’offerta di formaggi, frutta e dessert non è modesta e viene presentata sempre mediante l’utilizzo del carrellino, anche se – va detto – i piatti già pronti e porzionati non hanno lo stesso impatto che si ottiene quando le A/V li predispongono sul momento.

Service on board CX251

Il fatto stesso che tutte le portate vengano proposte tutte assieme lascia nel passeggero l’idea di un servizio fatto un po’ troppo succintamente e con poca cura per il dettaglio. Sia il formaggio che la frutta ed il dolce vengono proposti in un elegante piatto rettangolare. La presentazione è comunque ordinata e ben fatta.

Desserts

La qualità del formaggio, accompagnato da marmellata e frutta, è di livello, mentre della frutta a colpire è la varietà proposta, tutta peraltro estremamente gustosa.

Cheese Selection

Fruit Selection

La torta di cioccolato, accompagnata da cioccolato bianco e salsa di fragola, estremamente calorica anche solo allo sguardo è perfettamente preparata e di ottimo sapore.

Chocolate Cake

Se della qualità non ci si può decisamente lamentare, ma anzi bisogna globalmente essere piuttosto soddisfatti, l’aspetto più critico resta il servizio un po’ affrettato ed impreciso: non si può dire che le hostess commettano errori o dimentichino delle cose, ma un main meal su un volo così importante potrebbe essere servito e presentato in modo più convincente.

Non posso invece assolutamente parlare dello snack, poiché dopo un paio d’ore di film mi sono totalmente addormentato, svegliandomi solo poco più di un’ora prima dell’arrivo.

Snack Menù

SNACK

  • Zuppa di noodle con fette di maiale saltate e cavolo in conserva (mi spiace non mi viene una traduzione migliore, ndr)
  • Gelato (by Haagen – Dazs)

Al risveglio da un sonno discretamente profondo, dopo aver buttato l’occhio all’orologio ed aver realizzato che ormai mancava 1 ora e 20 all’atterraggio,  ammetto che la prima sensazione è stata di pesante incaxxatura: “come?! Io dormivo e voi non mi avete svegliato per farla? Sapete chi sono io?!”.  Ero deluso non tanto per la fame (alla fine il break fast posso farlo in lounge o in aeroporto), però ero decisamente curioso di vedere come fosse servita la colazione di Cathay Pacific.

Con mio grande sollievo ben presto scopro che non mi ero davvero perso ancora nulla, se non il primo giro di succhi di frutta, e che sono perfettamente in tempo per la colazione. Lieto di questa piega presa dagli eventi, dopo un rapido check nella toilette per espletare necessita fisiche varie, mi lancio sul menù per vedere cosa propone oggi la cucina di bordo:

B’fast Menù

B’fast Menù

COLAZIONE

  • Succo d’Arancia o mela
  • Smoothie di Mango e Frutto della Passione
  • Frutta fresca di stagione
  • Yogurt alla frutta
  • Cereali Assortiti

Piatti Principali

  • Frittata con pomodori essiccati e formaggio feta, con salsiccia cotta in padella, bacon, patate al forno e ragu’ di fagioli
  • Dim Sum con salsa di chili (la traduzione ve la fate voi, perché è troppo un bordello! Se non riuscite, guardate la foto più giù! ndr)
  • Congee a base di arachidi e sardine essiccate con sfogliatina di cipolline al forno

Paniere

  • Panini assortiti per la colazione serviti con confetture varie, miele e burro

Caffè e Tè

Dirò sin sa subito che a proposito del menù per la colazione resta da capire perché – benché poi il latte venga servito insieme ai cereali – il primo non sia de facto elencato!

Il servizio anche in questo caso è estremamente fulmineo e senza fronzoli: dopo un giro di salvietta umidificata calda, una coppia di hostess con il carrellino passa fila per fila stendendo la tovaglietta sul tray table e posizionando il vassoietto in plastica sul quale oltre al piattino per il pane, la ciotola per il burro, il sale, il pepe e le posate è già posizionato un piatto rettangolare con una selezione di frutta raffinatamente appoggiata su una foglia di non so più quale albero.

Breakfast

Fruit Selection

[N.B. per esigenze tecnico-fotografiche, il set-up della colazione non corrisponde cronologicamente al servizio]

Dal carrello stesso le hostess presentano un paniere da cui è possibile scegliere dei  panini classici, dei croissant oppure degli ottimi (e dico ottimi) muffin che vengono delicatamente poggiati nell’apposito piattino del pane.

Muffin & croissant

Sempre sul carrello c’è un’ampia esposizione di yogurt, proposti in 3 sapori diversi quali albicocca, fragola e mirtilli, ciotole per il latte e varie tipologie di cereali a partire dai tradizionali corn flakes per arrivare al muesli passando per i purificanti special K.

Service on board CX251

So per esperienza che, tolto il caso dello yogurt con il muesli, in Asia non usa particolarmente mescolare lo yogurt ad altri tipi di cereali. Poiché a me invece piace molto associare il sapore cremoso del primo con il rumoroso sgranocchiare dei secondi, non mi faccio mai problemi a domandare, benché sappia che più di una persona mi guarderà con interesse.

Ciò posto, la hostess mi consegna il mastellino contenente lo yogurt, presentato su un piattino di ceramica e la confezione di special K. Non essendoci sufficientemente spazio, appoggio il tutto sul banchetto laterale.

Infine, prima di passare alla fila successiva mi viene offerto del tè o del caffè. Optato per il secondo, la hostess mi consegna un robusto e spesso mug zeppo di qualcosa che vorrebbe assomigliare a caffè. Fa piacere notare che si ricordano del dolcificante. Tuttavia sono tendenzialmente contrario all’utilizzo dei mug in business class (ebbene sì, la tazza elegante è la tazza elegante!)

Sempre per la serie “sono uno scassamaroni”, io, se non mi danno lo smoothie, non inizio la colazione. Accade così di restare per svariati minuti (5-6) in trepidante attesa, fino a quando la hostess passando mi domanda se sono ancora alle prese con la frutta o c’è qualcosa che non va. Spiegata la situazione, la hostess ripara subito, non solo portando lo smoothie ma chiedendo se desidero anche un succo di frutta che accetto volentieri.

Qualitativamente parlando, dei prodotti da forno si è già detto con i muffin squisiti e il croissant gustoso, mentre lo yogurt con i cereali è di perfetta consistenza e giusto sapore.

Yogurt W Cereals

Bread, Butter and Strawberry Jam

Vi chiederete come sia lo smoothie dopo che ho smaronato così tanto: molto particolare, perché onestamente non capita tutti i giorni un frullato a base di mango e frutto della passione.

Deludente invece la portata principale: stufo di uova, frittate e quiche, e lungi da me l’idea di darmi all’autoctono congee, opto per il dim sum, presentato in una terrina fonda, composto da 5 delicacies, nessuna peraltro in grado di entusiasmare né per apparenza né per sapore. In questo senso  la qualità potrebbe essere superiore!

Main: Assorted Dim Sum

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
Il racconto di questo viaggio è diviso in vari  post; puoi guardare il resto del viaggio cliccando sui seguenti link:

Parte 1
Parte 2
Parte 3
Parte 4
:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

5 risposte a “Cathay Pacific : Hong Kong CLK – London Heathrow // Business Class [IT – Part 3]

  1. Pingback: Cathay Pacific : Hong Kong CLK – London Heathrow // Business Class [IT - Part 1] | FlyerZ Blog

  2. Pingback: Cathay Pacific : Hong Kong CLK – London Heathrow // Business Class [IT - Part 2] | FlyerZ Blog

  3. Innanzitutto complimenti per il blog! Lo ritengo estremamente interessante e coinvolgente, nonchè esaustivo di particolari, ciò che serve per una persona, come me, che non può viaggiare molto se non in tempi di ferie. Vorrei una tua opinione su unìidea che m’è venuta leggendo il tuo blog: cosa ne diresti se le linee aeree sostituissero i menù cartacei con una versione digitalizzata sull’IFE? Si potrebbero tranquillamente gestire le richieste direttamente “online” risparmiando tempo per gli AV, nonchè denaro per la stampa di tutti i menù cartacei…
    Grazie per la risposta e complimenti ancora

    • Ciao Maurizio,
      grazie per la visita e per il commento.
      Debbo sinceramente dire che non avevo mai pensato a questa faccenda.
      Compagnie come FINNAIR, propongono già i loro menù sul sito web per tutti i loro voli, quindi credo che tecnicamente non vi siano difficoltà. Si tratta fondamentalmente di fare in modo che la postazione del CSD (IFS, IMS, MdC) sia in grado di visualizzare una query con le scelte dei passeggeri.

      Ad ogni buon conto, io penso che l’intero concept dell’IFE vada completamente ripensato nel medio termine: il clouding e dispositivi come Tablet / Ipad potrebbero essere il futuro: oltre a costituire una riduzione del peso (gli apparecchi IFE odierni non sono leggeri e richiedono una quantità di cablaggio notevole), permetterebbero ai passeggeri una maggiore scelta!
      A presto
      WF

  4. Pingback: Cathay Pacific : Hong Kong CLK – London Heathrow // Business Class [IT - Part 4] | FlyerZ Blog

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...