Air China : Shanghai Pu Dong – Frankfurt a.M. // Business Class [IT- Part 3]

Dai un’occhiata anche alla parte precedente di questo Trip Report!

CATERING e MAIN MEALS
Il menù del giorno prevede un main meal servito subito dopo il decollo, quindi un light meal prima dell’atterraggio con il rinforzo di un mid-flight snacke per chi lo desiderasse.

Per il primo servizio non c’è di che essere delusi poiché è  senza dubbio estremamente completo e prevede un’ampia scelta in base ai propri gusti. Tralasciando le pagine con gli ideogrammi cinesi ci si può rapidamente fare un’idea:

Menu’ – Main Meal

Menu’ – Main Meal

Menu’ – Main Meal

Menu’ – Main Meal

Menu’ – Main Meal

PRANZO
Amouse Bouche

  • Gamberi bolliti con maionese
  • Salmone affumicato
  • Spiedino di carne
  • Spiedino di pollo

Antipasto

  • [Chinese Menu] Scampi bolliti con sedano marinato, e roasted pok Choy alla Ningbo
  • [Western Menu] Involtino di salmone affumicato con aneto e involtino di bresaola e patate

Insalata

  • [Chinese Menu] Insalata fresca di stagione con salsa Yuzu
  • [Western Menu] Insalata fresca di stagione con salsa thousand island

 Panini e prodotti da forno assortiti (serviti anche nel Chinese Menu’ su richiesta)

 Piatti Principali

  • [Chinese Menu] Julienne di pesce alla mandarinese con salsa di olio e gamberi, servita con riso al vapore e verdure di stagione vari
  • [Chinese Menu] Pollo saltato in padella con salsa al curry serivto con pollo al vapore e verdure di stagione.
  • [Western Menu] Filetto di vitello alla griglia con salsa al pepe nero, con sformato di patate
  • [Western Menu] Pak Choy, Zucca marinata con cipolline e olio servite con riso al vapore.

Dessert

  • Mousse alla menta, con salsa di Melone Hami
  • Cheesecake con pallina di mango
  • Selezione di formaggi con crackers

Frutta fresca di stagione

Air China utilizza delle tovagliette color bianco con una orlatura estremamente semplice oltre alla propria marchiatura. Una volta distribuite le tovagliette, le hostess compaiono con un carrellino su cui fanno bella mostra di sé gli Amouse Bouche, che sinceramente non saprei tradurre letteralmente. Disposti su una gran quantità di piattini vengono proposti ai passeggeri assieme a un ulteriore giro di bevande. Ognuno può scegliere ciò che più li aggrada.

Air China – Business Class Service

Ottimo il canapè al gambero, così come la tartina al formaggio, mentre solamente buoni gli spiedini di carne e pollo, un pochino troppo cotti per dire la verità.

Amouse Bouche

Amouse Bouche

Amouse Bouche

Il pranzo vero e proprio viene invece proposto fila per fila da una hostess che con un vassoietto serve le varie pietanze: antipasto, insalata, ciotolina per il burro e paniere. Stranamente non viene fornito il sale ed il pepe assieme all’antipasto (rimandando questa operazione al main course).

Meal presentation – Entrèe and salad

La posateria è quanto mai anonima: per quanto solida e resistente è oltremodo comune sia per materiali che per fattura. Diversamente la ceramica è di gusto con forma quadrate arrotondate e un disegno di decoro assolutamente gradevole.

Sul paniere spendo subito una riflessione perché in business class non mi è mai capitato di trovare il panierino personale contenente già un’ampia selezione di panini: ammetto di esserne stato piacevolmente colpito, visto che è un tocco molto squisito e spesso con altre compagnie si deve aspettare non poco perché lo stesso venga servito. Senza naturalmente contare che poi una delle hostess passa fila per fila proponendo un refilling o il garlic bread appena sfornato.

Bread Selection

L’antipasto non è abbondantissimo ma viene presentato in modo discretamente curato, e quantomeno di aspetto è molto variopinto ed accattivante. Al gusto, il salmone è di buona qualità sebbene non stellare, mentre il rotolino di bresaola e patate è una piacevole sorpresa.

Entrè – Smoked salmon and breasola roll stuffed w potatoes

Quanto all’insalata, vale un pochino il discorso dell’antipasto, ossia come Air china abbia provato a proporre una composizione di verdure che sia accattivante dal punto di vista visivo. D’altro canto quanto alla qualità non si possono fare i miracoli, alla fine si tratta di verdura, anche se la porzione è decisamente adeguata. Per il condimento, anziché fornire il minicontenitore, una delle hostess passa tra le file con delle salsiere in ceramica da cui versa il condimento prescelto direttamente sull’insalata di ogni passeggero.

Mixed Salad

Per il main course, così come precedentemente, le hostess se la cavano senza ricorrere ai carrellini, utilizzando la pinza metallica per servire i piatti ultracaldi appena sfornati dallo scaldavivande. Il filetto di vitello appare invitante con una bella presentazione nell’intingolo a base di pepe accompagnato dallo sformato di patate.

Main Course – fillet of beef

All’assaggio il gusto è ottimo anche se la carne dovrebbe essere un filo più morbida: bene invece il tortino di patate e gli altri accompagnamenti.

Per il dolce la hostess si presenta ad ogni passeggero con un vassoio su cui sono disponibili le varie opzioni, e ciascuno può fare la propria scelta sia in base al gusto sia in base all’appetito. Per non farci mancare nulla, mi son fatto servire tutto.

Dessert Selection

Nessuno delle tre portate brilla per presentation, visto che ci si potrebbe mettere più impegno nel fare qualcosa di visivamente più accattivante. La selezione di formaggi include tre tipologie, tra cui dell’edam, mentre la frutta finisce con l’apparire un pochino asfittica.

Cheese Selection

Mixed Fruit

Quanto al dolce, non posso giudicarne il sapore (non avendolo assaggiato), anche se l’aspetto non era poi così male.

Cake

Il secondo pasto viene – a sorpresa – servito molto molto anzitempo rispetto all’atterraggio, poco dopo la metà del volo, e questo è un fatto che non ho sinceramente compreso, visto che – materialmente – interrompe bellamente il sonno di chi magari vorrebbe massimizzare le ore di riposo.

LIGHT MEAL

Antipasto
• Coppa, insalata di verdure con condimento alla francese

Piatti Principali
• [Chinese Menu] Pollo fritto con salsa di soia dolce, servito con riso al vapore e verdure di stagione
• [Chinese Menu] Zuppa di wonton di verdura e maiale con vermicelli di riso saltati
• [Western Menu] Paella – Riso saltato spagnolo con frutti di mare

Frutta Fresca

Al di là delle stravaganze temporali – neppure Singapore Airlines osa tanto! – il servizio inizia con la tradizionale distribuzione di una salviettina calda su un piattino di ceramica, per poi  servire direttamente al posto a ciascuno il vassoio con il second meal.

Hot Towel

Second Meal

Anche in questo caso, il servizio viene svolto in più passaggi perchè inizialmente viene proposto solo l’antipasto – buono ma non eccelso – accompagnato dal pane che un’altra hostess serve da un paniere.

Biz class service

Second meal – Entrèe

Garlic Bread and focaccia

Sulla frutta, esotica quanto basta, non c’è molto da dire anche perchè le compagnie non si ammazzano per inventarsi improbabili composizioni ortofrutticole.

Mixed Fruit

Discorso completamente diverso – forse perchè giocano in casa – per il main course, una wonton soup di luculliane proporzioni e deliziosa all’assaggio:

Second meal – Main course

Wonton Soup

Poche sono le parole che possono descrivere il piatto, veramente squisito! Tutt’altro che pessimo, infine, il caffe macchiato servito in eleganti tazze di forma ibrida.

Coffeee

DORMIRE A BORDO
Partendo dal presupposto che non si tratta di un lie-flat bad e che non è una poltrona di ultima generazione bisogna evidenziare come di contro sia piuttosto confortevole per dormire. La struttura stessa della poltrona è estremamente sostenitiva e pertanto benché  il sedile sia angolato non si percepisce la sgradevole sensazione di scivolare verso terra che invece si avverte con i sedili come quello di Lufthansa. La trapunta supermorbida e i cuscini estremamente consistenti permettono un buon riposo, grazie anche allo spazio disponibile che è più che adeguato. Uniche due pecche sono il poggiapiedi in metallo puro che può risultare fastidioso e il fatto che il second meal venga servito 4 ore prima dell’atterraggio, interrompendo così il sonno di molti. Sinceramente non ho trovato una valida spiegazione per cui venga proposto con così largo anticipo.

EQUIPAGGIO
Su 5 voli, questo è il primo in cui mi capita una hostess non cinese. Sarà che la rotta per Francoforte è una rotta ammiraglia, ma a bordo c’è anche una hostess caucasica che parla tedesco e pure un ottimo inglese. Inutile sottolineare come questo faciliti le comunicazioni. Di contro le suggerirei una URGENTISSIMA ceretta sulle braccia prima che Cheetah si accasi in zona.

Quanto al resto, visto il problema nel capire e farsi capire, le hostess evitano di lanciarsi in improbabili situazioni che potrebbero generare inconvenienti. Si limitano a fare (bene) il loro dovere cercando di non dimenticare nulla. L’attitudine e la professionalità sono quelle giuste.

Il mio giudizio rimane coerente: a una hostess che fa la simpaticona con battute da osteria, io preferisco la assistente di volo cinesina che non spiaccica una parola ma celermente svolge il proprio dovere.

IFE – MONITOR
Monitor touch-screen peraltro incassato nella shell del sedile di fronte. I comandi per l’utilizzo sono possibili anche tramite il telecomando tradizionale. Il software che gestisce il sistema è discretamente veloce mentre la selezione di film e musica è discreta.

IFE Monitor

Alla buona qualità delle cuffie, va contrapposta la qualità video decisamente mediocre, legata probabilmente all’obsolescenza del sistema di intrattenimento installato a bordo.

IFE Handset

La scelta per i film odierni è stata per “Flowers of war” (film dedicato alla guerra Sino-giapponese ed al massacro di Nanchino) e “Posti in piedi in paradiso” con Carlo Verdone: in entrambi i casi è stato piacevole ed interessante guardarli integralmente.

ATTERRAGGIO
Discesa in mezzo alle nubi verso francoforte e atterraggio sulla nuova pista a nord dell’aerostazione. Lunghissima e infinita la fase di rullaggio per raggiungere il T1-B di Francoforte. Una volta sbarcati c’è l’amara sorpresa: le nostre prenotazioni per i voli in coincidenza sono stati cancellati per la stupida ristrettezza mentale di un burocrate supervisor cinese che ha “dimenticato” di agganciare il biglietto alla prenotazione. Viene da chiedersi come un SUPERVISOR – che per definizione controlla il lavoro altrui e dovrebbe ben conoscere le regole – possa commettere una simile nefandezza.

GIUDIZIO COMPLESSIVO
Lo ribadisco: Air China ha una nomea che non merita (mi riferisco all’esperienza di bordo, tralasciando le peripezie di rebooking). Dopo aver volato in business class sul loro A340, un aereo vecchio e che decisamente li penalizza nella valutazione, il giudizio finale è comunque positivo.

Catering buono sia per quantità e qualità. Servizio svolto in modo rapido e organizzato sebbene non particolarmente spontaneo. Resta invece da capire perchè il secondo servizio viene svolto così anzitempo.

Amenities di fascia alta in tutti gli aspetti.

Poltrona comoda anche se ormai un po’ vetusta. Buono il comfort per il riposo.

IFE discretto quanto a selezione, decisamente da rivedere in termini di qualità video.

Basterebbe poco per superare l’unico vero problema che è l’interazione con le hostess cinesi.

A conti fatti – avendo anche volato nel passato con Lufthansa sulla medesima rotta in termini di esperienza di bordo, posso dire che a parità di prezzo, opterei per Air China e pertanto non mi pento della scelta fatta.

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
Il racconto di questo viaggio è diviso in vari post; puoi guardare il resto del viaggio cliccando sui seguenti link:

Parte 1
Parte 2
Parte 3

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

6 risposte a “Air China : Shanghai Pu Dong – Frankfurt a.M. // Business Class [IT- Part 3]

  1. Quanto mi mancavano i tuoi trip report…

    • Ciao Maurizio,
      grazie per la visita ed il messaggio.
      Cercherò di postarne altri… a volte manca il tempo. Sentire i messaggi come i tuoi è un ottimo stimolo a trovare un ulteriore spazio per il blog.

      Grazie e a presto

      WF

  2. Pingback: Air China : Shanghai Pu Dong – Frankfurt a.M. // Business Class [IT- Part 1] | FlyerZ Blog

  3. Pingback: Air China : Shanghai Pu Dong – Frankfurt a.M. // Business Class [IT- Part 2] | FlyerZ Blog

  4. Grazie wf per l’eccelso lavoro. Mi sembra di ricordare che non bevi ma potresti, in futuro, fare una foto anche della carta dei vini ? I beoni come me ne sarebbero felici !
    Ciao.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...