Tonite is the nite (tribute to Mach81)

La mezzanotte del 22 marzo 2016 per il mondo comune non significa nulla… probabilmente ha poco significato anche per il 90% dei passeggeri, ma per i soci AAdvantage (il programma Frequent Flyer di American Airlines) un significato lo ha: da oggi quasi tutti i viaggi premio costeranno migliaia e migliaia di punti in più.

Da giorni si  è scatenato un vero proprio rush – come se un domani non ci fosse – da parte dei membri per usare i propri punti prima dei rialzi, riscattando voli premio.

Anche io nel mio piccolo ero interessato alla faccenda e con l’aiuto di Mach81 (che ha sempre ottime idee ma è quello che a Milano si chiama un “trottapian”) abbiamo iniziato a studiare il caso per vedere le opzioni possibili, tenendo sempre a mente che il modo per spendere meglio i punti sono i biglietti premium – meglio se di first class!!

Partiamo dalle certezze, ossia dalle compagnie manco prese in considerazione!

  • American Airlines stessa (ehi ma ce la fate? è un viaggio premio, non una chiamata per l’inferno!!!)
  • British Airways (sì, ok, come compagnia va bene, ma ormai è trita e ritrita, sebbene granitica)
  • Iberia (ehi, voi siete già falliti o state per farlo?)
  • Air Berlin (no way)
  • Royal Jordanian (troppi pochi aerei interessanti)
  • S7 (troppi missili incontrollati in quei cieli!!!)
  • Qantas (gli chef da Lahore non fanno per me … e poi troppo complesso trovare rotte)

… e le compagnie scartate perchè impossibili:

  • Cathay Pacific (posti premio introvabili)
  • Qatar Airways (perchè spendere bizzeffe di punti quando i biglietti te li tirano dietro!)
  •  JAL (poche rotte con prima classe e posti da trovare davvero difficili, per lo meno dall’Europa!)
  • Srilankan Airlines (non so perchè ma li considero sempre una seconda scelta, sebbene siano molto meglio di alcune major….)

La scelta era presto ridotta a Finnair e LAN – che tuttavia non hanno First Class – ed a Malaysia Airlines.

Ammetto che volare con Malaysia Airlines in A380 sarebbe fighissimo ma le rotte sono pochino  e trovare posto non è semplice, per non parlare del fatto che i migliaggi per i premi per il S. Est asiatico sono davvero esosi (anche prima del 22 marzo!).

Il buon Mach81 – che riserva sempre idee e sorprese interessanti – mi fa notare che con le miglia American Airlines si possono prendere premi pure su Etihad Airways: una compagnia decisamente coi fiocchi. Ma ancora meglio, Etihad offre le destinazioni dell’India che sono una manna dal cielo (sperando che non piovano pure le mucche sacre dal cielo), visto i soli 40000 punti necessari per un biglietto di First Class. Mentre io ancora penso se e come fare, lui ha fatto un eccellente screening dei voli con un ragionamento molto astuto e pratico, ossia che c’è First e First, e “LA” First da provare è quella dell’Airbus A380, perchè è un mondo a parte.

Ed ecco che sforna l’itinerario (quasi) perfetto: Londra – Abu Dhabi – Bombay e ritorno, tutto operato con A380, su tutti i 4 settori.

I malevoli potranno commentare che l’AUH-BOM  è un volo breve, ma d’altronde dobbiamo prendere quello che passa il convento.

Affrontiamo poi il problema dei voli papabili. Sul LHR-AUH quasi tutti sono A380, e quindi non ci sono grandi difficoltà, mentre sulla BOM soltanto la coppia di voli EY203 e EY 204 viene operata con il bestione. Piccola difficoltà: la LHR in alcuni  giorni (random) l’operatività è affidata ad altri wide-bodies.

Il punto è ora trovare le disponibilità: il sito AA non permette di farlo online, unica speranza è affidarsi al sito Etihad (che fa vedere i posti premio a cani e porci – a proposito: la booking class è la “O”), segnarsi le date e verificare se anche il call center AA vede la medesima situazione (ndr: si mormora che il call center australiano, dislocato a Suva, sia quello che vede tutto correttamente!)

Dopo una domenica spesa a spazzolare i voli col motore di ricerca del sito Etihad, decido che è ora di mettere su le prenotazioni. Ho deciso di metterle su per date a caso, riservandomi di matcharle confacentemente con più calma successivamente, perchè alla fine l’importante è tickettare, il resto si vedrà!

Federica – del call centre AA – mi aiuta: troviamo disponibilità in giorni assolutamente assurdi (l’andata a settembre di martedì e il ritorno di giovedì a novembre!). Metto su due prenotazioni separate perchè – penso – se poi non riesco a combinarle nei giorni giusti, magari ne uso una e cancello l’altra. Le tasse sono oltre 230 euro per quello di andata e 108 il ritorno. Le domando – poco convinto per il vero – se per caso posso aggiungere il Linate-Londra all’andata e il volo opposto al ritorno…. almeno mi eviterei lo sbattimento di dovermi comprare gli avvicinamenti per Londra. Mi mette un minuto in attesa e mi dice che si può fare ma la bella notizia è un’altra: le tasse passano a 103 per l’andata e 98 al ritorno…. misteri delle YQ fares.

Ci salutiamo perchè aspetterò lunedì per tickettare. Faccio il look-up delle reservation ed è tutto regolare.

Oggi è un’altra storia: per abitudine non amo toccacciare i biglietti emessi, perchè sono convinto che i casini vengono sempre fuori, per cui preferirei emettere il biglietto una volta che la prenotazione è per delle date già ben abbinate. Non ho tuttavia molto tempo, solo le 24 ore odierne.

Stamattina richiamo AA e l’obiettivo è matchare i voli. Mi risponde Filippo, un ragazzo toscano decisamente brillante. Gli spiego che io non voglio andare da A a B, io voglio volare in First Class sull’A380 della Etihad e che dobbiamo trovare i voli di andata o di giovedì o di venerdì e quelli di ritorno sabato o domenica, possibilmente nel medesimo weekend. Lui se la ride, poi inizia a spazzolare i voli. Li troviamo per l’andata. Gli dico di emettere il biglietto. Lui mi dice che ha un problemino col sistema. Mi chiede il numero per potermi richiamare. Dopo 10 minuti suona il cellulare: prenotazione sistemata e biglietto in coda per l’emissione.

Gli chiedo per il ritorno, perchè io da Etihad vedo una disponibilità per il sabato sera: lui non la visualizza, poi ci pensa e mi fa “dammi un paio d’ore e ti richiamo”… benissimo.

Ore 13.30: suona di nuovo il cellulare. E’ su anche la seconda prenotazione. In coda per l’emissione.

Due giorni di ricerca infinita e ore di telefonate con il call center AA,  ma ecco il risultato:

Flight Depart Arrive Travel time Aircraft Cabin Seats
565   British Airways
11:30 AM
LIN
12:35 PM
LHR
2h 5m
319
Business
  • — —
20   Etihad Airways 
3:00 PM
LHR
1:20 AM
AUH
7h 20m
388
First
  • — —
204   Etihad Airways 
2:10 PM
AUH
7:20 PM
BOM
3h 40m
388
First
  • — —
Flight Depart Arrive Travel time Aircraft Cabin Seats
203   Etihad Airways 
9:35 PM
BOM
11:25 PM
AUH
3h 20m
388
First
  • — —
19   Etihad Airways 
8:00 AM
AUH
1:05 PM
LHR
8h 5m
388
First
  • — —
588   British Airways
4:05 PM
LHR
7:05 PM
LIN
2h 0m
319
Business
  • — —

Lo definirei proprio  un gran risultato. Best way ever to burn AA miles!

9 risposte a “Tonite is the nite (tribute to Mach81)

  1. Buonasera , gentilissimi signori , per gustare al meglio il Vs. bellissimo articolo , mi manca un dettaglio fondamentale , il TOTALE dei punti spesi per tutto l’itinerario ! Ovviamente se possibile senza violare la vs. Privacy .
    Nel contempo oltre al piacere rinnovato di leggere il Blog , questa volta chiedo io scusa al gentilissimo FZBLOG che tempo addietro mi ha inviato una email , ac ui non ho risposto .

    brunodubai

    • Ciao Bruno,
      grazie per il commento.
      Come al solito sono sempre io, visto che nel blog scrivo solo io…. non hai di che scusarti perchè anche io a volte sono in ritardissimo nelle risposte.

      Costo dell’itinerario in miglia : 80000 aa miles (andata e ritorno). Tasse dovremmo essere (visto che sto aspettando ancora il ticketing) sui 180 euro.
      Se hai altri quesiti chiedi pure.
      Quanto a Mach81, sta ancora prenotando:D
      A presto
      WF

      • Mi sono perso qualche cosa ma le miglia aa che avete usato hanno un peso specifico diverso dalle altre ? Perchè mi ricordo che ETIHAD le chiede per un semplice upgrade da economy a Business sul volo malpensa AUH e quindi invece con tutto questo itinerario sembrano davvero poche !! Puoi illuminarmi . Grazie ancora Bruno

  2. Errata corrige : intendevo che servono 40.000 migli per l’upgrade

    • Ciao Bruno,
      rispondo volentieri alla domanda…. ogni programma ha le sue regole per il rateo di accumulo e di spesa di miglia.
      I programmi americani sono (sarebbe meglio dire erano) noti per alcune caratteristiche:
      1- tasse basse (non 400 euro tipo lufthansa!)
      2- basso rateo di accumulo miglia in biz e first (125% e 150%, contro i 200% e i 300% di altre
      3- pessima disponibilità di posti premio (ad esempio io con il mio account BA vedo posti premio in CX F, ma dal mio account AA nulla di nulla)
      4- ridotto numero di miglia per i premi

      Di solito è evidente che tanto più è generoso un programma nel far guadagnare miglia, tanto più richiede miglia quando vuoi un premio.

      Scegliere il programma Frequent Flyer giusto è un esercizio molto complesso, perchè non conta solo dove voli e con chi voli, ma anche che cosa vuoi ottenere dal programma.

      A presto.
      WF

  3. Riporto la mia esperienza personale con QR:
    a/r MXP – DOH – BKK in J J F J : 187500 miglia
    Poi mi hanno fatto lo sconto del 5% quindi 178125 Qmiles + 51.28 EUR
    Saluti.
    Andrea

    • Ciao Andrea,
      grazie per la visita ed il messaggio.
      Se non ti offendi, mi permetto di dire due cose: in termini qualitativi hai sicuramente scelto un buon sistema con cui impiegare i tuoi punti…. Qatar è e resta una delle mie opzioni preferite per volare, specie in C o F.
      Dall’altro …. 180K miglia non sono poche…. sono peraltro il prezzo giusto.
      Un caro saluto WF

  4. Carissimo WF confido nella tua pazienza , per domandare ancora una volta come si è attuato il miracolo del TOUR sopra elencato tra BRITISH + ETIHAD con cosi poche miglia . Mentre se mi cimento in una cosa più banale ad esempio MXP to AUH tutto etihad la richiesta in miglia è spaziale . Praticamente in quanto vero neofita , quale errore commetto ?
    Ti ringrazio ed al piacere di risentirti ,con l’invio anche se in palese ritardo di un OVETTO pasquale, ed auguri vari

    • Ciao Bruno,
      il livello di miglia richiesto dipende dal programma Frequent Flyer….
      Il livello di miglia richiesto dal programma AAdvantage di American Airlines per un volo EU-INDIA in F era di 40000 miglia each way.
      Da cui 80000 miglia per il round trip.

      Quanto al routing bè, ci sono regole per ogni programma.

      Tendenzialmente i programmi FFP delle mediorientali sono molto generosi in termini di accumulo milia, ma anche molto pretenziosi al momento del riscatto….
      Se hai altri dubbi, fammi sapere

      WF

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...