I NUOVI VOLI AIR ITALY PER LOS ANGELES E SAN FRANCISCO

Lo avevano detto, lo avevano promesso e lo stanno facendo: Qatar Airways ci sta provando sul serio a lanciare su grande scala quella che una volta si chiamava Alisarda (poi Meridiana) – oggi re-brandizzata in Air Italy – di cui ha acquisito il 49%.

Risultati immagini per air italy

A330 Air Italy

Per bocca del suo istrionico CEO – Al Baker – aveva promesso un percorso di crescita con la creazione di un hub a Malpensa, l’introduzione di una rete a lungo-raggio, un rafforzamento imponente della flotta per competere a livello globale.

E per farlo Qatar Airways ha concesso in leasing ad Air Italy alcuni velivoli A330 con cui iniziare le operazioni di lungo raggio, salvo poi introdurre in flotta i più moderni e eccellenti B787 con cui sbaragliare il mercato.

Nei mesi scorsi Air Italy non ha lesinato in fatto di rotte, inaugurando i servizi per New York e Miami verso occidente e per Bangkok, Nuova Delhi e Bombai verso oriente.

La vera novità riguarda però il raddoppio delle destinazioni negli USA con l’introduzione – a partire da aprile – di collegamenti per la west coast e la California, ossia Los Angeles e San Francisco.

map

Le nuove rotte Air Italy

Ecco l’operativo dei voli:

Dal 3 Aprile
IG943 A330  MILAN – LOS ANGELES dep 1:00PM arr 4:50PM    (dom,lun,mer,ven)
IG944 A330  LOS ANGELES – MILAN dep 6:50PM arr 3:55PM+1 (dom,lun,mer,ven)
6.044 miglia -12h50m all’andata, 12h5m al ritorno.

Dal 10 aprile
IG937 A330 MILAN – SAN FRANCISCO dep1:35PM arr 5:10PM     (mar,mer,gio,sab)
IG938 A330 SAN FRANCISCO – MILAN dep7:10PM arr 4:05PM+1(mar,mer,gio,sab)
5.951 miglia – 12h35m all’andata, 11h55m al ritorno.

Il segnale è davvero importante perché l’introduzione di queste rotte contribuisce a creare uno scheletro di network internazionale, con cui generare anche traffico in transito; siamo davvero all’inizio ma si tratta di un passaggio fondamentale, sia per Air Italy, sia per Malpensa che ha l’occasione di trovare (finalmente) – dopo 20 anni di assenza – un vettore tradizionale che intenda basarvi le proprie operazioni.

map

Il nuovo network internazionale di lungo raggio

Sia la Los Angeles sia la San Francisco sono un qualcosa di praticamente nuovo, mai esistito nel recente passato come collegamento da Malpensa ed è ovvio che la possibilità raggiungere la California senza scali sarà una valida opzione per i passeggeri. Inoltre, se per Los Angeles esistono dei collegamenti da Roma Fiumicino, la San Francisco è davvero un’incredibile novità, visto che è un mercato pressochè inesplorato da cui si potrebbero ottenere grandi soddisfazioni.

Ancor più importante è il segnale che Air Italy sta facendo passare grazie a questa operazione, ossia andare a competere direttamente con Alitalia e lasciando intendere che, in caso quest’ultima non dovesse essere più sul mercato, ci sarebbe già qualcuno pronto a prenderne il posto. I politici sono avvisati, anche se – ahimè – sono sempre sordi e continueranno a bruciare capitali nella “cenerAntola de noantri” usando i soldi dei cittadini.

In realtà le lamentele dei politici arrivano – al momento – dall’altra sponda dell’atlantico, dove i legacy carriers americani non hanno perso l’occasione per piagnucolare e battere i pugni presso le istituzioni nazionali già in occasione dell’inaugurazione dei voli per New York e Miami. A detta dei vettori statunitensi, Qatar Airways starebbe usando Air Italy per aggiungere al proprio network rotte in regime di fifth freedom right, aggirando le regolamentazioni sovranazionali.

The Partnership for Open & Fair Skies – nome dietro al quale ci sono le tre scimmiette Delta, American e United – si sono subito fatte avanti, nonostante le loro lamentele non siano sempre coerenti (dove erano quando Delta investiva in China Eastern, compagnia controllata dal governo cinese? Perché sui sussidi governativi di Saudia nessuno dice nulla?)… a quanto pare i sussidi vanno combattuti come fossero la peste, ma solo se riguardano Emirates, Etihad e Qatar Airways.

“With the announcement of new routes from Air Italy to the U.S., fueled by money from Qatar Airways, the government of Qatar has demonstrated a stunning lack of respect for President Trump and Secretary of State Pompeo. Qatar Airways has received over $25 billion in documented subsidies from its government owner, in violation of the Open Skies agreement with the U.S. When the Trump administration negotiated an agreement with Qatar earlier this year to protect American jobs and restore fair competition to international aviation, the Qatari government agreed that its state-owned airline would not launch future ‘fifth freedom’ flights to the U.S. By exploiting its investment in Air Italy to create a loophole and dodge this pledge, Qatar has violated this agreement and the trust of the United States. What is now clear is that Qatar Airways has no intention of playing by the rules and of working cooperatively with the American government. We expect the Trump administration will take strong action and stand up for American workers in response to these violations.”

La verità non è proprio quella sopra citata, perché Qatar Airways non ha mai sottoscritto che “ non avrebbe mai operato in regime di fifth freedom” bensì che al momento non è previsto nulla di simile. Che è  ben diverso.

Inoltre, ed è passaggio fondamentale, Air Italy è un vettore italiano, di cui Qatar Airways non possiede la maggioranza assoluta e da anni vola verso il Nord America.

Personalmente – pur riconoscendo che Qatar Airways gode di aiuti di stato e che Air Italy per conseguenza beneficia di ciò – trovo scorretto l’uso dei due pesi e delle due misure, visto che all’occorrenza gli aiuti vengono accettati. Ma soprattutto, in mercati come questi dove non c’è sovrabbondanza di offerta, non si capisce quale sia il danno cagionato… probabilmente risiede nel mettere a nudo l’incapacità dei vettori statunitensi di operare queste rotte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...