23 Kg di caxxate da imbarcare

Benvenuti su FlyerZ Blog, ovvero 23 Kg di caxxate da imbarcare a bordo… naturalmente qui non si paga neanche un chilo di eccedenza bagaglio.

WorldFlyer – l’ideatore – è un vero globe-trotter che ama viaggiare e raccontare, in divertenti  e dettagliati resoconti, tutto quello che gli accade in giro per i cieli del pianeta. Aneddoti, foto e video da tutto il mondo: i menù di bordo più appetitosi, le hostess più irreprensibili, i passeggeri più assurdi, gli upgrade più stupefacenti, le lounge più lussuose… tutti i vizi e le virtù delle compagnie aeree descritte con una caustica punta di sarcasmo.

Il suo compagno di malefatte è Mach81, anche lui vero appassionato di voli e grande conoscitore del mercato aereo americano, avendo vissuto e volato per oltre 2 anni negli States. Adora viaggiare, ma è un tipo che non si accontenta, e da una compagnia aerea vuole solo il meglio. Mach81 e WorldFlyer le studiano tutte per raccogliere le miglia più redditizie e raggiungere gli status più appaganti: due autentici frequent flyer!

Ma FlyerZ Blog non si limita ad essere il solito diario di viaggio: raccoglie news, fatti di cronaca, comunicati stampa e curiosità che ruotano intorno al mondo dell’aviazione commerciale. Notizie di politica, economia, ricerche di marketing o statistiche, che non vengono solamente riportate ma analizzate e commentate con spirito critico.

Tutto questo è FlyerZ Blog, ovvero 23 Kg di caxxate da imbarcare a bordo… naturalmente qui non si paga neanche un chilo di eccedenza bagaglio!

4 risposte a “23 Kg di caxxate da imbarcare

  1. ciao, ho lasciato una domanda su yahoo answers e mi hai detto di contattarti…

    ho guardato un pò questo tuo blog, complimenti!!!

    io sono un viaggiatore occasionale, con la mia compagna cerchiamo di fare un week end l’anno in capitali europee, ma quest’anno volevamo fare il botto e andare a new york…

    il badget è limitato e volevo trovare il modo di risparmiare, anche facendo + scali, usando ryanair o easyjet per raggiungere aereoporti europei e poi da li andare a ny.. partire da un aereoporto e al ritorno tornare in un altro non è un problema…. cosi come non è una tragedia se c’è da stare qualche ora o una notte in un areoporto….

    se ti va di darmi qualche consiglio…..

    abitiamo in provincia di bergamo, quindi orio al serio, linate, malpensa e verona sono tutti abbastanza comodi….

    ciao e grazie
    ale e robi

  2. ciao anche io ho ricevuto la tua risposta su answers e sono subito venuto a visitare il tuo blog e penso che sia al quanto meraviglioso.. cmq. veniamo al sodo.
    io ho la grande occasione della mia vita, e cioè andare in america, precisamente manhattan e iniziare a lavorare in prova in un nuovo bar caffè espresso italiano situato sulla 6th avenue..
    a questo punto io entro e non oltre fine aprile 2010 devo prendere un volo e racarmi all’aeroporto di new york preferibilmente il JFK perchè più vicino a casa dell’amico mio che mi ospita..
    posso partire da tutta italia perche pur di spendere meno farei salti mortali
    io non ho prezzo preciso su cui basarmi..più risparmi e meglio è…
    se potessi evitare di fare interminabili scali sarebbe meglio..
    sarei disposto ad andare in qualsiasi aeroporto europeo per un diretto che mi faccia risparmiare…
    ovviamente non avendo la carta verde devo fare anche il ritorno ma quello non sarà un problema perchè ne il giorno ne il posto d’arrivo, l’importante e che sia intorno ai 90 gg dalla mia partenza….

    ti chiedo se mi puoi aiutare nelle ricerche….

    grazie anticipatamente….

    gianluca

  3. ne sai una piu’ del diablo

  4. Da brava hostess non posso che darvi il benvenuto a bordo e ringraziarvi e.. bah, luoghi comuni. Appoggio il mio push to talk e mi siedo un attimo accanto a voi.
    Vi sussurro una cosa:
    Siete la realizzazione di un mio vecchio sogno.
    Quello del volare. E volare e volare e ancora volare!
    Io ho trovato la mia scorciatoia per diventare “frequent flyer”, ma è quella che prevede che al decollo non vedi fuori. Che non decidi mai tu dove andare. Che i pasti e i servizi di bordo non sono una sorpresa.
    E’ una gioia vedere che ci sono dei bloggers come voi che non solo hanno un bellissimo spirito e un sacco di esperienza, ma condividono il tutto. Sarà un piacere seguirvi. Magari, chi lo sa, anche fare un volo insieme. Perché giustamente, senza passeggeri noi che ci stiamo a fare?
    Ps. ho detto passeggeri, non branco di mufloni delle compagnie “no frills”.
    Un abbraccio.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...