International Business Class (Business Class per il lungo-raggio)

La business class, spesso chiamata Executive class o Upper class, è stata concepita soltanto recentemente rispetto alla First e all’Economy, vale a dire a cavallo tra gli anni 70 e 80, ovvero quando la crescita del mercato aereo conobbe una notevolissima espansione. La sua introduzione rispondeva ad un preciso bisogno, ossia colmare l’immenso divario che vi era tra le classi allora esistenti, a beneficio di tutta quella generazione di uomini d’affari che viaggiava sovente, e desiderarava arrivare a destinazione comodamente senza tuttavia dover sostenere con gli ingenti costi della First class.

Tutto questo diede luogo alla nascita della business class.

Inquadrare la international business class di oggi è estremamente difficile perchè – nel tempo – il concept si è massicciamente diversificato e variegato tanto che riassumerlo in pochi punti appare complicato. Basti pensare che la business class delle varie compagnie aeree è stata – ed è – oggetto di una feroce politica di branding che non ha paragoni nel settore.

* Aer Lingus “Premier Business”
* Aerolineas Argentinas “Club Condor”
* Aeroméxico “Clase Premier”
* AirAsia X “Premium XL”
* Air Canada “Executive First (International)”, “Executive Class (Nord America)”
* Air France “L’Espace Affaires”
* Air India “Executive Class”
* Air New Zealand “Business Premier”
* Air Pacific “Tabua Class”
* Alitalia “Classe Magnifica”
* British Airways “Club World” or “Club Europe”
* China Airlines “Dynasty Class”
* Continental Airlines “BusinessFirst”
* Cyprus Airways “Apollo Class”
* Delta Air Lines and Northwest Airlines “BusinessElite
* Egypt Air “Horus Class”
* Etihad Airways “Pearl Zone”
* EVA Air “Premium Laurel”
* Icelandair “Saga Class”
* Japan Airlines “Executive Class Seasons”
* Jet Airways “Premiere (internazionale)” / “Club Primere (nazionale)”
* Kenya Airways “Premiere World”
* KLM “World Business Class”
* Korean Air “Prestige Class”
* LAN Airlines “Premium Business”
* Malaysia Airlines “Golden Club Class”
* Mexicana de Aviación “Elite Class”
* Middle East Airlines “Cedar Class”
* Pakistan International Airlines “Business Plus+”
* Philippine Airlines “Mabuhay Class”
* Royal Air Maroc “Premium Class”
* Royal Jordanian “Crown Class”
* Saudi Airlines “Horizon Class”
* Singapore Airlines precedentemente “Raffles Class”, ora solo “Business Class”
* SriLankan Airlines “Business Premier”
* TAP Portugal “Top Executive”
* Thai Airways “Royal Silk”
* United Airlines “United Business”
* US Airways “Envoy Class”
* Virgin Atlantic Airways “Upper Class”
 Con International Business class si identifica quella che definiremmo la business class per i voli di lungo raggio. La classe si colloca, in termini di servizio erogato, a metà strada tra la First Class e l’Economy Class, anche se in termini di costo probabilmente si avvicina assai di più alla prima.

Si distingue per un servizio attento e curato, elegante ma al tempo stesso efficiente, con una serie di accorgimenti mirati a soddisfare coloro che viaggiano per lavoro o la cui priorità è giungere a destinazione riposati e pronti per una giornata piena di attività. Anche in questo caso, con lo sviluppo di un prodotto specifico da parte di ogni vettore, c’è stata un’ampia diversificazione dell’offerta.

Per quanto concerne i servizi di terra alcuni vettori includono nel prezzo il servizio di chaffeur (Emirates) seppure con maggiori limitazioni. I passeggeri continuano a beneficiare di lounge di attesa, meno lussuose ma pur sempre in grado di rendere proficuo il tempo trascorso in aeroporto, con qualche compagnia che addirittura si spinge ad includere gratuitamente un trattamento SPA di breve durata (British Airways / Thai Airways). Alcune compagnie hanno implementato per i loro voli notturni la possibilità di cenare direttamente nella lounge (British Airways) limitandosi poi ad un servizio ridotto una volta a bordo, così da permettere ai passeggeri di massimizzare le ore di sonno (British Airways).

In volo, il catering è curato e, sebbene non abbia lo sfarzo e la lussuosità della first, vengono presentati piatti da gourmet, ideati da alcuni tra gli chef più famosi nel mondo, utilizzando comunque posateria in acciaio e piatti in ceramica. In quasi tutti i casi anche per i passeggeri di business class c’è una trousse contenente alcuni prodotti di bellezza anche se di tono minore (fa eccezione Singapore Airlines che li mette a disposizione nelle toiltette, anzichè offrire la trousse).

L’aspetto su cui però si sono sbizzarrite di più le compagnie aeree è di sicuro il posto a sedere, dove, nel corso degli anni ,si sono susseguite innovazioni ed esperimenti, complici anche i test condotti con l’accondiscendenza e la complicità dei fruitori più fedeli. Stando ai prodotti commercializzati attualmente è possibile raggruppare i posti a sedere di business class per il lungo raggio in 3 sostanziali gruppi:

– I FULLY FLAT SEATS

– GLI ANGLED FLAT SEATS.

– I CRADLE SEATS

A questi tre gruppi va poi aggiunto un caso che ad oggi non ha alcun omologo o equivalente, vale a dire la business class offerta dalla Singapore Airlines sui nuovi velivoli (A380 – B773ER – A345). Si tratta di un prodotto che è a tutti gli effetti paragonabile ad una First Class, poichè offre una poltrona di dimensioni enormi (due persone possono sedere affiancate) in grado di trasformarsi in un letto molto spazioso, e a dispozione di ogni passeggero c’è uno schermo 16:9 di alta qualità e un tavolo di notevole grandezza. Tutte queste caratteristiche rendono il prodotto assolutamente non comparabile con le “altre” business class, e sembrerebbe ingiusto includerlo tra loro. Tuttavia il servizio offerto è di business class e, sebbene il prodotto sia degno di una first class, non può nemmeno essere annoverato in quest’ultimo gruppo.

I FULLY FLAT SEATS, sono tutte quelle poltrone che sono in grado di essere allungate, distese ovvero commutate in un letto perfettamente orizzontale. Ovvamente una poltrona capace di diventare un letto orizzontale può essere realizzata in molti modi, usando concept compleamente differenti.

Gli Herringbone seats sono probabilmente quelli che hanno maggiormente rivoluzionato il mercato. Per via della loro costituzione morfologica, all’interno della cabina sono disposti secondo una configurazione a “lisca di pesce”, in direzione obliqua rispetto al lato lungo dell’aeromobile. Questo tipo di poltrone si compone di due corpi principali, ossia una seduta principale e un puff (detto “ottoman”) che mediante diverse soluzioni tecnologiche finiscono per formare un unico letto perfettamente orizzontale. Uno dei maggiori pregi di questo tipo di poltrone è la possibilità di godere di un’incredibile privacy oltre all’indubbio vantaggio di avere liberamente accesso al corridoio da ciascun posto. Di contro, la visibilità dai finestrini è resa difficile dall’angolazione del sedile, mentre per coloro che viaggiano in coppia risulta difficile chiacchierare a causa delle pareti divisorie, fatto questo alleviato dalla possibilità di pranzare e cenare allo stesso tavolo, utilizzando ciascuno a testa una delle due parti del posto. La prima compagnia ad aver installato questo tipo di posti è stata la Virgin Atlantic. Ad essa sono poi seguite la Air New Zealand, la Jet Airways, la Turkish Airlines, la Delta, Air Canada e alcune altre. In tutti questi casi, le soluzioni trovate sono pressapoco identiche con la sola eccezione della Cathay Pacific che utilizza una seduta più stretta e delle pareti divisorie differenti.

Tra le tecnologie alternative vanno certamente nominati i layout ying-yang, un interessante concept che ha sviluppato una poltrona estendibile a letto, sempre composta da due parti ma rifacendosi ad uno schema diverso. Il letto nasce dall’unione della poltrona e di un poggiapiedi, che tuttavia possono essere regolati anche per creare posizioni a Z più o meno elaborate. La peculiarità di questa tecnologia è che ogni coppia di posti è formata da un posto rivolto in avanti ed uno indietro, separati da una parete divisoria che può essere abbassata. Questa soluzione risulta ottima sia per i viaggiatori singoli, che godono di un elevato livello di privacy, sia per coloro che viaggiano in coppia, giacchè possono dialogare guardandosi in viso. D’altro canto, il maggior problema è connesso con l’accesso al corridoio poichè per alcuni posti è necessario scavalcare altre persone per raggiungerlo. Ad oggi, British Airways è l’unica compagnia ad adottare questa configurazione.

Differente ancora è la soluzione adottata dalla United, la quale sta introducendo sui suoi aeromobili di lungo raggio un nuovo concept, che potremmo definire Front-And-Back Rows. Anche in questo caso il posto è formato da due corpi separati, la poltrona e la paretina in cui è installato il monitor. Per ottimizzare gli spazi, United ha configurato gli aerei con intere file rivolte alternativamente in avanti ed indietro. Questa soluzione non risolve il problema dell’accesso al corridoio e non apporta alcuna miglioria per l’aumento della privacy, tuttavia ottimizza gli spazi e offre letti perfettamente orizzontali. Anche in questo caso, United è la sola compagnia ad adottarla.


Un’ulteriore soluzione è rappresentata dagli Staggered Seats, modello realizzato tra gli altri da Etihad Airways, che pur mantenendo tutti i posti rivolti verso la cabina di pilotaggio ha deciso di disporli su file sfalsate. In tal modo l’accesso diretto al corridoio è assicurato a ciascun passeggero, mentre la privacy di coloro che viaggiano da soli è garantita, così come è offerta la possibilità alle coppie di sedere nei posti centrali, uno accanto all’altra. Questa soluzione è attualmente adottata da Etihad Airways, All Nippon Airways, Alitalia, Finnair e Swiss, sebbene con concept diversi tra loro.

Infine, la soluzione meno fantasiosa è quella presente sugli aeromobili della South African Airways e sull’A380 della Qantas, le quali hanno realizzato dei posti secondo un layout tradizionale, che una volta estesi sono perfettamente piatti ed orizzontali. Un concept similare è alla base della nuova business class di Continental.

Gli ANGLED FLAT SEATS hanno rappresentato a lungo lo stato dell’arte in tema di business class, in particolare a cavallo del nuovo millennio e sono probabilmente tra i più diffusi. La loro particolarità è di estendersi totalmente, rimanendo tuttavia leggermente inclinati verso il basso (da cui il termine ANGLED – Angolato). Il motivo di questa angolazione è di tipo pratico, perchè mediante questo escamotage è possibile ottimizzare lo spazio, giacchè la parte bassa delle poltrone si posiziona sotto allo schienale di quella davanti. Considerato anche l’epoca in cui vennero introdotti – ossia quando l’idea di un letto orizzontale era sideralmente distante e il massimo lusso era costituito dai Cradle Seats – si può intuire dove sia nato il successo degli Angled Flat-seats. Il più grande difetto che presenta questa tecnologia è l’inevitabile sensazione (ed a volte è qualcosa di più di una sensazione) di scivolamento verso il basso che i passeggeri percepiscono nel sonno o durante il riposo, benchè molte compagnie abbiano cercato di ovviare al problema (ma senza mai risolverlo radicalmente) aggiungendo dei poggiapiedi o accorgimenti simili.

I concept per la realizzazione degli Angled Flat seats sono tutti molto simili, con due soli elementi principali che variano:
– la presenza di una scocca fissa (in questo caso si parla di shell seats o cocoon seats come ad esempio il caso di Air France, Lufthansa, Qantas, Cathay Pacific, Malaysia Airlines, Thai Airways) contrapposta a poltrone con il retro semovente (KLM – totalmente mobile, Northwest – Totalmente mobile, Singapore Airlines – parzialmente mobile)
– il posizionamento del monitor per l’IFE che è talvolta contenuto nel bracciolo centrale mentre altre volte è incassato sul retro del sedile di fronte.

Sorprendentemente, nonostante l’innovazione tecnologica e il progresso, alcune compagnie tra le migliori – quali Emirates e Qatar Airways – hanno pubblicamente ripetuto più volte che, fatti salvi pochissimi aeromobili, non sono interessate ad un prodotto FULLY FLAT, preferendo ancora gli ANGLED FLAT seats (Qatar Airways) o i CRADLE seats (Emirates).

I CRADLE SEATS sono stati il punto di partenza per le poltrone di business class disponibili su tutte le compagnie. Le poltrone sono simili a quelle di un sedile di una macchina, con uno schienale reclinabile ad un’inclinazione più o meno elevata, sono spesso dotate di un supporto per distendere le gambe e/o di un poggiapiedi ma sostanzialmente non hanno nulla di tecnologicamente distintivo rispetto alle poltrone di economy, fatta salva la comodità e la larghezza. Questo tipo di poltrone garantisce una privacy piuttosto modesta, tuttavia un numero limitato di persone le trova assai confortevoli, più degli ANGLED FLAT o dei FULLY FLAT seat.
Sedili di questo tipo sono ancora utilizzati nelle operazioni di lungo raggio da compagnie come Delta, American, Continental, United, Northwest, US Airways, Air Canada, Alitalia, Swiss ed altre. E’ tuttavia corretto dire che praticamente tutte le compagniere più blasonate hanno iniziato un programma di ammodernamento dellas business class passando agli ANGLED FLAT (Northwest, American Airlines) o ai FULLY FLAT SEAT (United airlines, Continental, Delta, Air Canada, Swiss).

4 risposte a “International Business Class (Business Class per il lungo-raggio)

  1. Salve,
    dovrei andare in giappone a luglio e avendo accumulato molte miglia con la thai,posso viaggiare facendo l’upgrade in business con molte compagnie della star alliance,a parte la singapore qual’è la migliore compagnia ad avere la business class,partendo da fiumicino.
    Grazie

    • Ciao passcx ti consiglio SENZA DUBBI ANA.
      Potresti fare un BLQ – Francoforte e poi il volo notturno operato ANA.
      Guardati bene dal non volare ne Thai ne Lufthansa se non vuoi sprecare le tue miglia con poltrone orribili.
      Chiama ANA (non so se hanno numeri in Italia) e chiedi se e’ disponibile la nuova configurazione in quanto se non sbsaglio la full flat e’ disponibile solo con i Boeing 777-300 ER .
      Considerando che Francoforte e’ un HUB molto importante probabilmente per fare bella figura ANA arriva li gia con il 777-300ER.
      Scegliti il lato finestrino se voli solo in quanto la poltrona e’ singola.
      Non guardare la mappa di http://www.seatguru.com perche’ e’ sbagliata, sembra che ci siano due poltrone ma e’ una sola, sul lato corridoio hai il tavolino e la consolle.
      Secondo me’ attualmente ANA e’ la migliore compagnia di Star All e i cabin crew sono degli angeli….
      Buon viaggio e goditi il Giappone.

  2. Ho volato Singapore Air e la poltrono e’ si come dici tu larga, ma corta molto meglio la nuova ANA che trovi ad esmepio da New York a Tokyio (se vuoi ti mando le foto che ho fatto).
    Con British volo spesso HKG-LHR ma ti assicuro che non siamo a livelli di CX (CX ha appena iniziato la sostituzione delle0 poltrone con un modello simile ad ANA) ma sono comode e non devi scavalcare nessuno per avere accesso al corridoio, la poltrona e full flat ed abbastanza lunga ma e’ molto stretta abnche per uomini di corporatura normale (180 cm e 85KG) comunque ottima per la privacy se voli lato finestrino in quanto disponi del separe’ motorizzato.
    United non hai pricacy in quanto c’e’ un separe’ ridicolo tipo quelli di LH e i cabin crew sarebbero adatti su un C130 pieno di marines, il prezzo e’ folle e la poltrona a mio avviso scomoda.
    Angled flat seats o lie-flat li sconsiglio visto che ormai con un po’ di accortezza sulle tratte intercontinentali molti vettori offrono la full flat, quindi perche’ pagare la stessa cifra per un prodotto obsoleto: vedi LH.
    Swiss che non hai menzionato e’ ottima (la nuova configurazione) ma carissima! (allora tanto vale un BA e cambiare aeroporto con il comodissimo bus )oltre tutto in Italia sei costretto a raggiungere Zurigo solo via Firenze che in quanto a maleducazione del personale chek in e poverta’ generale dell’aeroporto non ha eguali in Italia (sono un fan di BLQ anche se non sono Bolgnese).

  3. nte una poltrona capace di diventare un letto orizzontale può essere … reclinabile.wordpress.com

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...